BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: interventi Squinzi, Bobba, Nencini, Fedriga, Boeri, Polverini

Si è chiusa un’ennesima settimana di discussione e proposte inerenti le modifiche necessarie alla riforma pensioni Fornero: novità e ultime notizie




Si è chiusa un’ennesima settimana di discussione e proposte inerenti le modifiche necessarie alla riforma pensioni Fornero e tra le novità e ultime notizie la ripresa dei lavori in Commissione Lavoro sulle ‘Disposizioni per consentire la libertà di scelta nell'accesso dei lavoratori al trattamento pensionistico’, lavori cui ha preso parte la deputata Pd Marialuisa Gnecchi che, oltre ad appoggiare i sistemi di flessibilità in uscita proposti da Cesare Damiano, spinge soprattutto per soluzioni per la proroga dell’opzione contributivo donna  e per una maggiore flessibilità anche per altre categorie di lavoratori, come gli usuranti, macchinisti ed edili, persone fortemente penalizzate dall’entrata in vigore della riforma pensioni Fornero.

Protagonista del dibattito pensionistico anche il presidente dell’Inps, Tito Boeri, che ha le idee ben chiare sui piani di intervento per modificare riforma pensioni e sistema previdenziale, tra ricalcolo contributivo, reddito minimo e uscita anticipata a fronte di pensioni più leggere, e, aprendo ad un nuovo incontro con i sindacati, ha spiegato, su una legge sulla rappresentanza, che “E’ importante che il nostro paese colmi il vuoto sulla seconda parte dell’articolo 39 della costituzione ma se le parti sociali sono in grado di farlo e di autoregolamentarsi non credo sia necessario un intervento legislativo”.

Secondo il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, perché l’Italia torni a correre non basta il Jobs Act ma è necessario che il governo porti avanti tutte le varie riforme, da quelle politiche e istituzionali, alla riforma della P.A., alla riforma fiscale, e avverte anche che senza la crescita le pensioni saranno insufficienti. A spingere verso una maggiore flessibilità pensionistica e la necessità di rimettere mano alla riforma pensioni Fornero anche i giovani industriali. Per recuperare quelle risorse necessarie proprio per agire sulle pensioni, secondo il segretario del Psi Nencini, e garantire un aumento ai trattamenti minimi, si potrebbe applicare una maggiore tassazione sul gioco d’azzardo e a carico dei concessionari di slot machine.

A spingere verso questi tipi di interventi anche il Movimento 5 Stelle che aveva presentato un emendamento alla Legge di Stabilità 2015 che prevedeva l’aumento a 600 euro al mese; e il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi che ha promesso l’aumento delle pensioni minime a 1.000 euro al mese. Anche per Renata Polverini di Forza Italia è necessario modificare l’attuale riforma pensioni e punta il dito contro quel governo contro cui si scaglia anche il presidente della Commissione Lavoro Cesare Damiano che rilancia sulla flessibilità. Damiano continua a ritenere che le uniche soluzioni possibili siano uscita a quota 100 per tutti o pensione anticipata a 62 anni di età e 35 di contributi e penalizzazioni, con un occhio rivolto, come del resto annunciato anche dal ministro Poletti, a soluzioni ad hoc per chi si ritrova senza lavoro alle soglie della pensione, o al prestito pensionistico per chi vuole andare in pensione anticipata.

Contraria a queste proposte la Lega Nord. Secondo Fedriga, che ha annunciato un ddl complementare a quello Damiano, bisogna innanzitutto pensare all’ipotesi di un’uscita su quota 99 o 100 ma senza alcuna decurtazione sull’assegno finale. Il ddl Fedriga (C. 2046) affronta anche la questione della cosiddetta opzione donna, chiedendo l’estensione fino al 31 dicembre 2018 della possibilità di uscita anticipata con questo sistema. Intanto, il deputato Bobba punta l’attenzione sulla necessità di intervenire sulle pensioni di reversibilità, con misure a sostegno del coniuge superstite, che, nella maggior parte dei casi, si trova in gravi difficoltà economiche dopo la scomparsa del congiunto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il