BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità proposte legge inedite con quota 100,Mini Pensioni,contributivo

Piani di uscita anticipata e flessibile per tutti ancora in discussione: le novità e ultime proposte insieme a contributivo per tutti, uscita a quota 100 e prestito pensionistico. Cosa prevedono




Meccanismi di uscita anticipata, tra quota 100 con penalizzazioni, prestito pensionistico, sistema contributivo per tutti, per rendere la riforma pensioni attuale più flessibile, ma non solo. Mentre presidente dell’Inps Boeri e nuovo commissario per la spending review si preparano ad avviare cambiamenti concreti al sistema pensionistico italiano e mentre l’Ue continua a dichiararsi contraria a qualsiasi cambiamento della legge Fornero, l’unica in grado di assicurare sostenibilità finanziaria al nostro Paese, continuano ad arrivare nuove proposte di cambiamento, andando così a rendere ancor più impegnativa la discussione del governo su eventuali modifiche da attuare. E i tempi in merito sembrano piuttosto chiari: entro l’estate o al massimo con la prossima Legge Finanziaria dovrebbero arrivare  le prime novità pensioni.

L’intenzione c’è, come annunciato dal ministro del Lavoro, ma mancano certezze su possibilità reali di cambiamento. Diversi infatti gli ostacoli che bisognerà superare e tanto il coraggio che serve al governo per modificare una riforma capace di garantire ben 80 miliardi di euro di risparmi fino al 2021, motivo per cui bisogna lavorarci cercando di garantire la flessibilità richiesta ma senza modificare l’impianto di questa legge.

Tra le novità ed ultime notizie di intervento sulle pensioni, nuovo ddl presentato dal deputato Bobba, che chiede di modificare la pensione di reversibilità, con misure a sostegno del coniuge superstite, prevedendo ‘la cumulabilità del reddito del coniuge superstite con quello del defunto e l’introduzione dell’imposta sostitutiva, pari al 20 %, per i redditi che derivano dalle pensioni di reversibilità’.

Gli onorevoli del Pd Susta e Spillabotte hanno invece presentato un nuovo emendamento per la pensione anticipata ai lavoratori gli invalidi per qualsiasi causa con il 60% di invalidità, purchè abbiano abbia maturato 35 anni di contributi e un’età di 57 anni per i lavoratori dipendenti e 58 anni per i lavoratori autonomi.

Mentre Fedriga della Lega, poi, sulla scia dell’uscita a quota 100 di Cesare Damiano, propone un piano di uscita a quota 99 o 100 ma senza decurtazioni eventuali sulla pensione finale, arrivano anche nuove proposte per i lavoratori usuranti, macchinisti, edili, a coloro che hanno avuto a che fare con l’amianto durante la loto attività professionale. Bisognerà capire nelle prossime settimane come evolverà la discussione sulla questione previdenziale e da quali sistemi si partirà per definire eventuali novità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il