BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: riforma reale e con più probabilità di successo avanza in silenzio e fuori Parlamento

Proposte di modifica pensioni in discussione e piani segreti del premier Renzi: cosa accadrà e cosa potrà cambiare realmente? Le ultime notizie




Nonostante la contrarietà dell’Ue e i problemi che continua a sollevare in merito a interventi sulla riforma pensioni attuale, si continua a lavorare per garantire modifiche alle richieste di maggiore flessibilità che continuano ad arrivare da partiti politici e forze sociali. Le legge Fornero ha imposto requisiti troppo rigidi che con l’andare del tempo stanno fortemente penalizzando soprattutto determinate categorie di lavoratori e per cui è necessario trovare soluzioni e definire correzioni. E, nonostante sembri che il governo stia solo discutendo senza arrivare ad alcuna conclusione concreta, in realtà, secondo le novità e ultime notizie, sembra si stia lavorando in ‘segreto’. Il premier Renzi, per esempio, non si esprime direttamente sulla questione pensioni ma conferma la sua intenzione di modificare l’attuale sistema previdenziale prima con la nomina di Tito Boeri nuovo presidente dell’Inps, poi con la nomina del suo consigliere economico Gutgeld nuovo commissario per la spending review.

Nomi di personalità che hanno già in mente piani per modificare le pensioni, a partire dalla riforma della governance dell’Inps stesso, da parte di Boeri, per arrivare a ricalcolo contributivo, tagli e revisioni di baby pensioni, pensioni di invalidità e di reversibilità, a sistemi di uscita anticipata a fronte di pensioni più leggere. E si tratta di interventi in discussione da tempo ma che non sono arrivati sul tavolo del Parlamento e che potrebbero seguire al momento un iter diverso, in attesa di provvedimenti come nuovo decreto previdenziale o nuova Legge di Stabilità.

Sembra, dunque, che le vere decisioni, come accaduto già per riforma del Lavoro e Jobs Act, riforma della Scuuola e le misure di indulto e amnistia, tocchino esclusivamente al premier Renzi e al suo entourage, pronto a proseguire sulla strada di quelle riforma annunciate e che, secondo il presidente del Consiglio, sono importanti per rimettere in piedi l’Italia. Servono però interventi più importanti rispetto alla sola cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima, come previsto dalla nuova Manovra, misura tra l’altro non definitiva ma valida solo fino al 2017.

Altra novità proposta, contenuta nel ddl Concorrenza, è quella di permettere l’uscita anticipata dal lavoro a chi è disoccupato da oltre due anni e deve attendere ancora dieci anni fino al raggiungimento dei requisiti necessari per accedere alla pensione. La proposta è quella di rendere più facile l’accesso alla pensione integrativa, il che significa che i lavoratori che rispondono a tali requisiti potranno iniziare a ricevere la pensione anticipata dal proprio fondo. Altra novità importante è rappresentata dall’approvazione del Prestito Vitalizio Ipotecario, che permette ai proprietari di immobili over 60 di accedere a un finanziamento senza perdere la proprietà della loro abitazione.

Grazie a questa novità, un over 60 italiano può chiedere un finanziamento offrendo come garanzia un immobile di sua proprietà, senza perdere, però, la proprietà dell'immobile stesso, e gli eredi del beneficiario, alla morte di quest'ultimo, potranno decidere se estinguere il debito se ancora non fosse stato rimborsato o vendere l'immobile ipotecato a garanzia, in modo da rimborsare quanto dovuto. Si tratta, dunque, di piccoli atti che dimostrano che c'è l’intenzione di agire sulle pensioni e che proprio attraverso queste novità si potrebbe arrivare finalmente all’approvazione di quei piani di uscita anticipata come quota 100, prestito pensionistico, contributivo per tutti, non a caso, il presidente Boeri ha confermato un nuovo incontro con i sindacati, proprio per rimettere mano alla questione pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il