BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi: novità, Boeri denuncia pensioni gonfiate INPDAP. Interventi continuano

L'operazione trasparenza sulle pensioni dell'Inps coinvolte l'Istituto Nazionale di Previdenza per i Dirigenti di Aziende Industriali. Le ultime notizie.




Nell'ambito della riforma pensioni, il presidente dell'Inps Tito Boeri sembra voler fare sul serio con la cosiddetta operazione trasparenza. La novità è rappresentata dal focus sul Fondo speciale dirigenti ex-Inpdai (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dirigenti di Aziende Industriali) nell'ambito di fare chiarezza sulle regole previste per la composizione e il funzionamento dei maggiori fondi speciali gestiti dall'Istituto. Si tratta di una misura che si incasella nel più ampio tentativo di rimettere ordine nella governance e di porre le basi per la proposizione di cambiamenti della legge Fornero nel segno della flessibilità.

Ebbene, prima del 1995 l'Inpdai garantiva prestazioni pari all'80% della retribuzione in 30 anni di contributi, anziché 40 anni come per gli altri lavoratori dipendenti; trattamenti per molte età di pensionamento doppi a quelli che si sarebbero ottenuti con un sistema come quello contributivo, oggi destinato a tutti i lavoratori dipendenti, dirigenti compresi; contributi sulle retribuzioni versati in misura inferiore rispetto ad analoghe retribuzioni di lavoratori iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti. Le pensioni ex-Inpdai sono generalmente più alte di quelle che sarebbero state erogate se si fosse applicato il metodo contributivo, oggi in vigore per tutti i lavoratori.

Inevitabile allora la creazione di un disavanzo progressivo anche per via dell'applicazione di queste condizioni privilegiate. Come fa notare l'Inps, "considerando non il numero delle pensioni ma gli importi lordi in pagamento, si avrebbe una riduzione media del 23,4% delle pensioni in essere ricalcolandole col metodo contributivo. Le percentuali di variazione cambiano secondo l’età di pensionamento, come si vede dal grafico qui sotto". Come spiegato da Boeri nel corso della trasmissione Otto e mezzo, "non è bello intervenire sulle pensioni in essere" ma "il diritto acquisito è solo su ciò che si è versato".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il