BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fatturazione e fattura elettronica scadenza 31 Marzo 2015: come fare, soluzione problemi, per chi vi è obbligo verso PA

Al via dal prossimo 31 marzo il passaggio alla fattura elettronica obbligatoria anche per la Pubblica amministrazione locale: novità, come funziona e per chi vale




Al via dal prossimo 31 marzo il passaggio alla fattura elettronica obbligatoria anche per la Pubblica amministrazione locale. Per rendere più semplice ai propri iscritti l’adesione al nuovo obbligo, l’Ordine dei Consulenti del Lavoro fornisce un servizio di fatturazione elettronica, gratuito per sei mesi, a partire dal domani, giovedì 25 marzo. La possibilità di emettere gratuitamente fatture elettroniche vale per i consulenti del lavoro tramite la Fondazione Studi e la sottoscrizione di un accordo con InfoCert. Il servizio, accessibile solo dagli iscritti tramite l’area riservata del sito, può essere attivato sia per la gestione delle fatture del professionista che per i clienti dello studio, e si accede tramite il portale di categoria in collegamento con InfoCert.

Il modello di fatturazione elettronica prevede su un formato elettronico strutturato XML, con possibilità di integrazioni dirette dei contenuti del documento nei sistemi del ricevente. L’invio può essere effettuato direttamente dal fornitore verso il Sistema di Interscambio (SdI), tramite un intermediario, che la modifica nel formato richiesto, deve riportare la firma digitale ed essere inviata al Sdl, e sarà poi il Sistema di interscambio poi ad occuparsi di inviare la fattura alla P.A. che dovrà identificare il codice IPA.

La Fattura PA deve riportare Codice Paese, da esprimere secondo lo standard ISO 3166-1 alpha-2 code; il codice identificativo fiscale, cioè il codice fiscale se il trasmittente è residente in Italia, identificativo proprio del Paese di appartenenza nel caso di soggetto residente all’estero; e il progressivo univoco del file, che sarebbe una sequenza alfanumerica. Per quanto riguarda i termini di entrata in vigore dell’obbligo, stabilito tra una settimana esatta, una circolare dello scorso anno dell’Agenzia delle Entrate ha specificato che ‘l’obbligo di emissione in forma elettronica preceda di tre mesi la corrispondente decorrenza del divieto di accettazione e pagamento di fatture in formato cartaceo. Si tratta di un periodo di transizione, durante il quale le pubbliche amministrazioni possono ancora accettare e pagare fatture emesse entro il termine di decorrenza dell’obbligo di cui al citato comma 209 in forma cartacea, mentre i fornitori, a partire dal suddetto termine di decorrenza dell’obbligo, non possono più emettere in forma cartacea’.

Ciò significa che vi sarà una proroga parziale di entrata in vigore del nuovo obbligo di fatturazione elettronica. A molti infatti serve tempo per adeguarsi alla novità, considerando poi che da quanto emerge dall’inchiesta di Nòva, l’Italia non sarebbe in realtà ancora pronta a questa novità.  Infatti, “Pochi sanno che, per conservare a norma un oggetto informatico come la fattura elettronica, occorre uniformarsi a precise norme tecniche, istituendo un sistema di conservazione a norma” ha spiegato l’avvocato Andrea Lisi, presidente di Anorc (Associazione nazionale per operatori e responsabili della conservazione digitale), specificando come “l’obbligo a conservare la fattura penalizza troppo professionisti e piccole aziende, limitando i vantaggi del passaggio al digitale”.

Per agevolare comunque il via al nuovo servizio, le Pmi iscritte alla Camera di Commercio possono usare gli strumenti gratuiti di Infocamere, per la conservazione, e l’Agenzia per l’Italia Digitale ha dato il via a soluzioni gratuite per gli ordini dei commercialisti, geometri e ingegneri, per un numero limitato di fatture, il che risolve per il momento anche il problema della scelta se aderire o meno a quei software realizzati ad hoc, ma che hanno costi che oscillano tra i 200 e i mille euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il