BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato: professionisti, pensionati, dipendenti, co.co.pro, co.co.co. Per chi, istruzioni, obblighi, regole diverse

Chi sono i contribuenti italiani che dal prossimo 15 aprile riceveranno il nuovo 730 precompilato 2015 e come fare per scaricarlo online e non solo: le novità




Pensionati, lavoratori dipendenti e assimilati, coloro che hanno presentato il modello 730 2014 per i redditi del 2013; che hanno ricevuto dal sostituto di imposta la Certificazione Unica 2015 con i redditi da lavoro dipendente o assimilato o da pensione percepiti nel 2014; o che hanno presentato il Modello Unico 2014 pur avendo i requisiti per presentare il 730, sempre che siano possesso della Certificazione Unica 2015: sono loro i 20 milioni di contribuenti italiani che a partire dal prossimo 15 aprile inizieranno a ricevere, rigorosamente in via telematica, il nuovo modello 730 precompilato 2015. E per averlo bisognerà andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate o tramite sito Inps che rimanderà a quello delle Entrate.

E tutto sembra pronto per i primi invii del nuovo 730 precompilate: pronte le istruzioni e i chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate stesse, pronte le procedure di accesso a sito e propria dichiarazione dei redditi, ma forse non sono poi così pronti tutti i contribuenti. Bisogna, infatti, considerare che tra loro ci sono anziani ma anche persone che hanno poca dimestichezza con l’uso di internet e per cui questa novità potrà risultare davvero complessa. Onde evitare problemi, sarà possibile ancora, sottolineiamo, rivolgersi a Caf, commercialisti e altri professionisti abilitati, per ricevere il proprio 730 in formato cartaceo.

Il 730 precompilato, grazie a dati e informazioni contente nella nuova Certificazione Unica, da quest’anno inviata al posto del vecchio Cud e sia a lavoratori dipendenti che a lavoratori autonomi, contiene le informazioni disponibili all’Anagrafe tributaria, cioè dati contenuti nelle dichiarazione degli anni precedenti, i dati catastali, i pagamenti delle imposte fatti con F24; interessi passivi sui mutui, premi assicurativi; e dati riferiti ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, ai redditi da pensione e ai redditi diversi.

Per avere il proprio 730 precompilato, bisogna accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate inserendo il proprio codice Pin che si può ottenere per telefono, chiamando il servizio di risposta automatica al numero 848.800.444 , rivolgendosi ad un ufficio dell'Agenzia delle Entrate, presentando un documento di identità; sul sito di Fisconline delle Entrate. E bisognerà presentare codice fiscale, reddito complessivo dello scorso anno e il sistema fornirà subito la prima parte del Pin, cioè le prime 4 cifre.

Poi, entro 15 giorni, arriverà al domicilio conosciuto dalle Entrate una lettera contente le ultime sei cifre che servono completare il codice Pin e la password di accesso. In alternativa si potrà accedere al sito con le credenziali fornite dall'Inps. In ogni caso, il 730 precompilato corretto o modificato dovrà essere nuovamente inviato alle Entrate entro il prossimo 7 luglio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il