Dipendenti province: novitÓ mobilitÓ, esuberi, pensioni, licenziamenti in decreto enti locali scadenza 31 Marzo e riforma PA

Elenchi dipendenti in mobilitÓ in ritardo, piano ricollocamento ancora da definire e scadenze difficili da rispettare: novitÓ decreto enti locali e riforma P.A.

Dipendenti province: novitÓ mobilitÓ, es


Milano, Firenze, Roma, Bologna, Napoli: ègrande confusione per il decreto Province e le misure su mobilità e prepensionamenti statali che saranno contenute nella nuova riforma della Pubblica Amministrazione. Entro il 31 marzo dovrebbe arrivare il decreto enti locali con la questione Province e le misure sui dipendenti dei Centri per l'impiego (circa 8mila) che il ricollocamento alle Regioni in vista della costituzione dell'Agenzia nazionale per l'occupazione prevista dalla delega lavoro.

Secondo la legge di Stabilità, le Province avrebbero dovuto rendere noti gli elenchi dei propri dipendenti in esubero, destinati ad essere trasferiti ad altre amministrazioni pubbliche il primo aprile, ma ad una settimana dalla scadenza, è difficile che le Province riescano a rispettarla e le prime liste per la mobilità potrebbero arrivare verso la metà di aprile e, considerando che in alcune Regioni a fine maggio si vota, l’operazione potrebbe slittare anche fino all’autunno, facendo così ritardare tutto il piano di lavoro.

Alcune Province come Lucca e Benevento hanno, invece, già avviato piani di prepensionamento per i loro dipendenti in esubero che potranno andare in pensione con le norme precedenti l’entrata in vigore della riforma pensioni Fornero.

Intanto, è stato attivato il portale della mobilità (mobilità.gov.it) gestito da Funzione pubblica, sito ufficiale dove si incroceranno i bandi delle Pa per i posti vacanti da riempire con i trasferimenti e le richiesta da parte dei singoli dipendenti e che servirà per gestire il di personale eccedente delle Province della Croce rossa in via di privatizzazione.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire