BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato: come fare integrazioni e quali. Domanda cartaceo e come avere PIN per modello e certificazione Unica online

Sta per debuttare il modello 730 precompilato 2015 che inizierà ad essere inviato ai contribuenti italiani a partire dal 15 aprile dall’Agenzia delle Entrate: come ricevere e scaricare modello e nuova Cu 2015




Sta per debuttare il modello 730 precompilato 2015 che inizierà ad essere inviato ai contribuenti italiani a partire dal 15 aprile dall’Agenzia delle Entrate, ma sono ancora tanti coloro che cercano spiegazioni sulla novità in arrivo. E per questo cercheremo di chiarire tutto ciò che bisogna sapere su come scaricare, correggere, modificare il nuovo 730 precompilato e a chi è destinato. E’ innanzitutto importante chiarire che il 730 precompilato sarà inviato esclusivamente in via telematica tramite Agenzia delle Entrate a pensionati, lavoratori dipendenti, coloro che hanno presentato il modello 730 2014 per i redditi del 2013; contribuenti che hanno ricevuto dal sostituto di imposta la Certificazione Unica 2015 con i redditi da lavoro dipendente o assimilato o da pensione percepiti nel 2014; o che hanno presentato il modello Unico 2014 pur avendo i requisiti per presentare il 730 e che hanno ricevuto la Certificazione Unica 2015.

Chi dovesse incontrare problemi o avere poca dimestichezza con Internet potrà comunque richiedere, come di consueto il 730 in formato cartaceo semplicemente rivolgersi a Caf, commercialisti e altri professionisti abilitati. Il 730 precompilato contiene i dati in possesso dell’Anagrafe tributaria, vale a dire quelli di dichiarazioni degli anni precedenti, dati catastali, pagamenti delle imposte effettuati con modello F24; e interessi passivi sui mutui, premi assicurativi; e redditi diversi. Per scaricare il proprio 730 precompilato online bisogna accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate inserendo il proprio codice Pin che si può ottenere per telefono, contattando il numero 848.800.444 , rivolgendosi ad un ufficio dell'Agenzia delle Entrate e presentando un documento di identità, o direttamente sul sito di Fisconline delle Entrate.

Il sistema fornirà subito le prime 4 cifre che compongono la prima parte del Pin ed entro 15 giorni si riceverà al proprio domicilio una lettera contente le ultime sei cifre che servono completare il codice Pin e la password di accesso. Una volta completato il Pin si dovranno inserire le cifre nella sezione Fisconline che permetterà al contribuente di visionare modello 730 precompilato.

In alternativa si potrà accedere al sito con le credenziali fornite dall'Inps. In ogni caso, una volta scaricato, il 730 precompilato, potrà essere modificato, corretto ed eventualmente integrato con dati mancanti, per esempio se sono state sostenute spese mediche o per l’istruzione dei propri figli, spese che non vengono riportate automaticamente nel modello quest’anno. Una volta modificato o integrato, il 730 precompilato dovrà essere nuovamente inviato all’Agenzia delle Entrate dal primo maggio ed entro il prossimo 7 luglio. E’ possibile ricevere sia online che in formato cartaceo anche la nuova Certificazione Unica 2015, documento che da quest’anno sostituisce il vecchio Cud.

La Cu si può innanzitutto ricevere via mail direttamente dai sostituti di imposta o dai Consulenti del Lavoro, si può richiedere in formato cartaceo, presentando richiesta allo sportello dedicato al rilascio del Cud 2015 presente nelle Strutture dell'Inps; tramite delega firmata ai patronati, Caf o professionisti abilitati che possiedono il Pin e il certificato Entratel; rivolgendosi a uno dei servizi Sportello Amici presenti sul proprio territorio; o presso i propri Comuni; o scaricare online inviando apposita richiesta all’indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it che dovrà avere in allegato una copia dell’istanza digitalizzata firmata e una copia digitalizzata fronte-retro di un documento di riconoscimento valido. Poi bisogna accedere al sito Inps, inserire il proprio Pin nella sezione Servizi al cittadino del portale istituzionale, e quindi stampare la propria Cu.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il