BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero lunedì 30 marzo metropolitana, treni, autobus Roma, Torino, Milano, Genova e ora legale cambio oggi stanotte 28-29 Marzo

Mezzi pubblici di nuovo fermi lunedì 30 marzo nelle grandi città e lancette avanti un’ora dalle due alle tre tra sabato e domenica per il ritorno all’ora legale




Mezzi pubblici di nuovo fermi lunedì 30 marzo nelle grandi città: da Milano, Torino, a Genova, Roma si fermeranno autobus, tram e metro. A Torino, fermi i trasporti GTT dalle 18 alle 22 ma la Gtt assicura che sarà effettuato il completamento delle corse in partenza entro l'orario di inizio dello sciopero; a Milano, i mezzi Atm si fermeranno per quattro dalle 18 alle 22, creando pochi disagi per i pendolari che magari dovranno anticipare un pò l'uscita dagli uffici in modo da non essere coinvolti nella fascia oraria di stop.

A Roma lo sciopero coinvolgerà Atac, Roma Servizi per la Mobilità, Roma Tpl e Cotral, tutte le aziende che si occupano del servizio, tanto che Muoversi a Roma ha comunicato che sarà a rischio l’intera rete del trasporto pubblico romano e regionale: autobus (anche periferici ed extraurbani), tram, filobus, metropolitane e ferrovie in concessione Roma–Lido, Termini–Giardinetti e Roma–Civitacastellana–Viterbo. Lo stop dei mezzi pubblici durerà dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 fino a fine servizio e potrebbero verificarsi disagi, soprattutto nelle ore di punta. Le uniche fasce di garanzia assicurate sono quelle da inizio corse alle 8:30 e dalle 17 alle 20.

Sciopero degli autobus lunedì 30 marzo 2015 indetto da USB anche in Liguria. I lavoratori del trasporto pubblico e privato si fermeranno dalle 11:45 alle 15:45  Lo sciopero si svolgerà nei seguenti orari: il personale viaggiante si asterrà dal lavoro dalle 11:45 alle 15:45; e il restante personale (compreso il personale di biglietterie, esattoria e servizio clienti) si fermerà nella seconda parte del turno.

Durante lo sciopero verranno comunque garantiti i servizi di trasporto per le persone portatrici di handicap. Inoltre, Amt informa che, in occasione dell’ultimo sciopero del 24 ottobre 2014, proclamato dalla stessa organizzazione sindacale, le astensioni dal lavoro dei dipendenti hanno avuto un’incidenza sul servizio programmato pari al 4.98% nel servizio urbani e non si è registrata nessuna adesione per il personale di impianti speciali e metropolitana.

Lancette un’ora in avanti nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo: torna, dunque, l’ora legale e lancette si sposteranno in avanti dalle due alle tre e fino al 25 ottobre le giornate saranno più lunghe e godendo della maggiore disponibilità della luce naturale del sole useremo meno illuminazione elettrica, avendo così un notevole risparmio energetico, basti pensare ad una persona che dorme quotidianamente dalle 23 alle 7, durante la stagione estiva, il sole sorge ben prima delle 7, e quindi utilizzando l’ora legale è possibile sfruttare l’ora di luce dalle 6 alle 7 e ritardare di un’ora l’accensione dell’illuminazione elettrica nelle nostre case la sera. Un ritardo stimato, secondo i dati forniti dalla società Terna, in circa 91 milioni di euro solo l’anno scorso, e in 10 anni (dal 2004 al 2014), il risparmio complessivo del Paese è stato di circa 6 miliardi e 720 milioni di kilowattora, pari ad un valore di circa 990 milioni di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il