BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero treni, metropolitana, autobus, tram Genova, Firenze, Milano, Roma, Torino,Bologna lunedì 30 Marzo 2015.Orari,informazioni

Il prossimo Lunedì sarà caratterizzato dagli scioperi dei trasporti che si terranno su tutto il territorio nazionale. Ecco le fasce orario dove si osserverà lo sciopero.




In particolare questo sciopero è stato programmato dai sindacati di base per protestare per i problemi che attanagliano i trasporti pubblici (scarsa sicurezza per chi guida un mezzo pubblico, mezzi di trasporti sempre più vecchi e usurati, tagli continui da parte del governo centrale che rendono il servizio sempre più scarso) e coinvolgeranno tutti i mezzi (metropolitane, tram, filovie, ecc). In particolare nella città di Bologna lo sciopero si terrà dalle 9 e 30 fino alle 13 e 30, e ciò vale per tutti i mezzi pubblici. Si tratta di una fascia orario che alla fine permette ai cittadini di muoversi senza troppi problemi, e di raggiungere comunque il proprio posto di lavoro la mattina.

Nella città di Genova invece è prevista una fascia orario molto particolare, infatti lo scipperò sarà attivo dalle 11 e 45 alle 15 e 45, e anche qui questa fascia orario di sciopero vale per tutti i mezzi di trasporto. In questo caso la fascia orario scelta potrebbe portare qualche disagio soprattutto per chi deve andare sul posto di lavoro nel primo pomeriggio.

A Firenze invece la fascia orario nella quale verrà osservato lo sciopero dovrebbe andare dalle ore 18 alle 22, così come accade nelle città di Milano e Torino. In questo modo la cittadinanza non andrà a subire un danno diretto dello sciopero, visto che in questa fascia orario la circolazione non è molto diffusa.

Anche a Torino infine la fascia orario dello sciopero per tutti i mezzi di trasporto va dalle 18 alle 22, in questo modo i cittadini possono andare comodamente a lavoro la mattina e gli studenti andare a scuola o al'università. L'unico disagio può essere vissuto da coloro che si ritirano da lavoro a tarda serata, ma sono situazioni che si possono risolvere con calma e comunque con meno disagi rispetto a quando lo sciopero sta di mattina.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il