BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donna, anzianità riforma con novità da Minoranza Pd in una delle ultime occasioni per influenzare interventi

La questione della riforma pensioni potrebbe finire sul tavolo delle discussioni fra maggioranza e minoranza del Partito Democratico.




La riforma pensioni Renzi passa anche dai rapporti all'interno del Partito Democratico, la principale forza politica del governo. Da una parte c'è la maggioranza che fa riferimento al segretario e premier Matteo Renzi. Dall'altra c'è l'ala più a sinistra, quella più attenta che agli aspetti sociali, previdenza inclusa. Ebbene, nel gioco delle trattative interne potrebbe essere messa sul tavolo dei ragionamenti anche la questione delle pensioni con inaspettate novità. Come riferiscono le ultime notizie, l'esecutivo intende chiudere una volta per tutte il fascicolo sul lavoro per poi concentrarsi sulla previdenza.

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti nei giorni scorsi ha confermato la tabella di marcia prevista per la riforma del lavoro: i decreti attuativi arriveranno entro giugno per far marciare a regime, massimo entro luglio, l'intero pacchetto del Jobs Act. Prima del Def, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan è atteso mercoledì in audizione alla Commissione Bilancio della Camera. Padoan nei giorni scorsi ha ribadito che l'Italia deve continuare sulla strada delle riforme.

Dal punto di vista economico, il momento potrebbe essere favorevole per ragionare con maggiore convinzione sulla riforma pensioni. La crescita italiana potrebbe essere superiore alle aspettative. La nuova previsione del governo contenuta nel Def oscillerà con ogni probabilità tra lo 0,7% e lo 0,8%, forte degli effetti del quantitative easing della Bce, del calo del prezzo del petrolio, dell'euro debole e degli effetti delle riforme. La conferma dell’accelerazione è arrivata dal ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, che - pur ribadendo la volontà del governo di mantenersi prudente - ha indicato in +0,7% la stima che potrà essere inserita nel Documento di economia e finanza. L’obiettivo resta quello di scongiurare le clausole di salvaguardia inserite nella legge di stabilità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il