Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: dopo analisi numeri reali disoccupazione, interventi sempre più prioritari

Torna a calare l’occupazione giovanile e sempre più necessari interventi flessibili riforma pensioni Fornero per tornare a favorire lavoro per giovani: le ultime notizie

Pensioni Governo Renzi riforma ultime no


Qualche giorno fa la notizia di una ripresa dell’occupazione in Italia grazie alle nuove norme introdotte dal Jobs act ma oggi ecco che i numeri sulla disoccupazione italiana, soprattutto quella giovanile, tornano ad essere negativi. Dopo, infatti, la crescita registrata a dicembre e gennaio scorsi, l'Istat rileva che a febbraio 2015 gli occupati sono calati dello 0,2% (-44 mila), il tasso di occupazione, pari al 55,7%, è sceso nell'ultimo mese di 0,1 punti percentuali ma rispetto a febbraio 2014 l'occupazione è cresciuta dello 0,4% (+93 mila) e il tasso di occupazione di 0,2 punti.

C’è tuttavia da considerare che la previsione di crescita che sarà indicata nel Documento di Economia e Finanza che arriverà in Parlamento entro il prossimo 10 aprile prevede un +0,7% per il 2015 ed è proprio questo dato che misura lo stato salute dell’economia italiana, previsione su cui si basano tutte le altre previsioni di spesa da parte del governo per l’intero anno.

Si tratta dunque di numeri contrastanti che non rappresentano una vera e propria ripresa dell’occupazione italiana, e di conseguenza dell’economia, e che mettono sempre più in risalto la necessità di intervenire sulla riforma pensioni Fornero con modifiche che rendano i suoi requisiti più flessibili, favorendo dunque i prepensionamenti dei lavoratori più anziani e favorendo nuove possibilità di ingresso nel mondo del lavoro dei più giovani. L’inserimenti di nuovi giovani in comparti occupazionali servirebbe, allo stesso tempo, per rilanciare competitività e, quindi, produttività.

Lo stesso premier Renzi aveva detto che per favorire l’occupazione sono necessari interventi a sostegno dei giovani e quei potrebbero essere quei piani di uscita anticipata e flessibile auspicati da tutti, come staffetta generazionale e part time, uscita con quota 100 o con prestito pensionistico che servirebbero per favorire appunto il turn over lavorativo.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire