BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: da decreto province ed enti locali segnali potenziali per tutti significativi

Rinviati piani di mobilità e prepensionamento per i dipendenti pubblici in esubero: quali le prossime decisioni e come potrebbero influenzare modifiche riforma pensioni




Sono scaduti ieri i termini di presentazione delle liste dei dipendenti in esubero che le Province avrebbero dovuto consegnare ieri 31 marzo in modo da definire piani di mobilità e prepensionamento per i dipendenti in sovrannumero delle Province, per effetto della riforma Delrio. Ma, come prevedibile, i termini non sono stati rispettati e tutto è stato rimandato.

Rinviato dunque quel decreto enti locali che avrebbe dovuto regolarizzare la posizione di circa 20mila dipendenti in sovrannumero ed è ancora una volta caos che certo non depone a favore del governo, facendo capire ancora una volta che, nonostante le intenzioni, gli annunci e le promesse, è sempre difficile mantenere quanto previsto. Non è del resto la prima volta che accade e ci sono questioni che il governo Renzi rimanda ormai da un anno.  

L’attesa ora è per quel decreto enti locali che potrebbe definire il prepensionamento per tutti i dipendenti in esubero che maturano i requisiti richiesti e se così fosse qualcosa potrebbe cambiare anche per i privati. Esattamente come per quanto previsto nella riforma della P.A. con la staffetta generazionale e il turn over, anche nel caso della riorganizzazione delle Province, se si approvassero prepensionamenti, che molte regioni come Sicilia, Piemonte, Calabria, città di Trento, hanno già concesso con uscita a quota 100, prestito pensionistico e staffetta generazionale, verrebbero estesi a tutti i lavoratori.

E questo potrebbe essere il primo passo verso interventi concreti sulla riforma pensioni Fornero. Ma il tutto è ancora molto vago, considerando che anche per le Province i piani di prepensionamento sono slittati vista la mancanza delle liste di dipendenti da ricollocare, interventi che potrebbero addirittura protrarsi al prossimo settembre, considerando che in molte regioni il prossimo mese di maggio sono in programma nuove elezioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il