BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, vecchiaia, uomini riforma Governo Renzi: novità indicazioni Renzi stesso quota 100, mini pensione, contributivo

La riforma pensioni è ancora lontana dalla sua concretizzazione. Diverse le proposte sul tavolo dei ragionamenti. Novità e ultime notizie.




Fra i più attivi nel percorso della riforma pensioni c'è Tito Boeri, presidente dell'Inps. Fra le proposte che sta mettendo a punto ci sono il ricalcolo dell'assegno per tutti con il sistema contributivo, l'introduzione della busta arancione e l'applicazione di un contributo di solidarietà sugli assegni più elevati. Resta da capire fino a che punto il governo è disposto ad accogliere queste ipotesi.

Se il premier Matteo Renzi si mantiene alla larga dalla questione previdenziale, Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, si è già detto scettico rispetto a una tassazione aggiuntiva per le pensioni più alte sia perché già in vigore e sia per il malcontento sociale che genererebbe. Da parte sua si è detto favorevole all'introduzione del prestito previdenziale per chi, oltre i 55 anni, si trova senza lavoro e a pochi anni dalla pensione.

Passi in avanti sul versante degli statali ovvero sulla riforma delle pubblica amministrazione. Si tratta di manovre da seguire con attenzione per evitare la creazione di situazioni di disparità fra lavoratori privati e pubblici. Il decreto Madia approvato lo scorso anno prevede la possibilità per i dipendenti della pubblica amministrazione di poter essere trasferiti entro un raggio di 50 chilometri senza il loro consenso. Lo strumento è stato pensato dal governo per gestire gli esuberi.

Il primo banco di prova della mobilità obbligatoria riguarda il riassetto delle Province. I dipendenti da ricollocare sono in tutto 20.000, anche se quelli che poi effettivamente saranno spostati attraverso l'uso della mobilità potrebbero essere meno. La mobilità dei dipendenti delle Province è in ritardo perché sono tre Regioni hanno legiferato sulle funzioni da trasferire. Manca anche un ultimo decreto della Funzione pubblica per definire a quali amministrazioni trasferire prioritariamente i dipendenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il