BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Auguri Pasqua frasi, sms, biglietti e messaggi. Ricette veloci primi, secondi pranzo. Musei aperti gratis Firenze, Venezia, Torino

Come realizzare le ricette della tradizione pasquale dall’agnello alla pastiera napoletana: ricette e consigli e idee per inviare messaggi di auguri ad amici e parenti




Auguri di Buona Pasqua con frasi divertenti, originali, simpatici, religiosi e spirituali, allegri per la Pasqua del 2015 con cartoline, foto, immagini, video, biglietti, mms, sms, email.
Tutte le feste e i musei aperti gratis, cosa fare e dove andare a Roma, Firenze, Milano, Napoli, Torino, Bologna, Venezia li abbiamo visti in questo articolo.
Le tante ricette di primi, secondi piatti, dolci e anticipasti per il pranzo in quest'altro.

Ci si prepara oggi, domenica 5 aprile, e lunedì 6 a vivere i giorni di Pasqua e Pasquetta in assoluto relax in compagnia di amici e parenti. Sono tantissimi gli italiani che si sono messi in viaggio per trascorrere questo lungo week end lontano dalla solita vita quotidiana, aspettando le prime giornate estive. Il tempo non sarà particolarmente clemente, come riportano le condizioni meteo, ma certamente si trascorreranno tre giorni all’insegna del divertimento e della spensieratezza. Uno di primi pensieri di domani sarà quello di inviare un messaggio di auguri alle persone care che non sono con noi nel giorno di Pasqua e con i sistemi di oggi sono tantissimi i modi per inviare un messaggio.

Ma che si scelga di farlo via sms, mms, email, whats app, Faceboook, l’importante è scrivere parole sentite. C’è chi certamente sceglierà uno stile semplice, chi più ironico e divertente, chi più religioso. Si può per esempio scrivere ‘Che quest'uovo di Pasqua rappresenti per voi pace, armonia, serenità e amore. Auguri sinceri a tutta la famiglia’, o ‘Che la colomba di Pasqua vi porti tanta serenità e che Gesù vegli su di voi. Auguri sinceri’, o semplici ‘Spero che questo santo giorno porti pace e perdono per tutti’, ‘Auguri di una Pasqua serena e piena di armonia’, ‘Siate felici come lo sono il cielo e la terra in questo magico giorno. Buona Pasqua a tutti’.

In ogni caso per avere qualche spunto basta andare su siti specifici come http://aforisticamente.com/2015/03/07/aforismi-citazioni-e-frasi-di-auguri-per-pasqua/, http://www.frasidamore.net/auguri-pasqua.htm, http://www.carloneworld.it/auguri-di-pasqua-2015.htm, http://blog.giallozafferano.it/cucinalaura/tanti-auguri-buona-pasqua/, pensierieparole.it, cartoline.it, www.auguripasquali.it, frasi online.it http://www.auguripasqua.com/frasi-religiose-pasqua.html, http://www.publiweb.it/service/pasqua_frasi_auguri.html, http://www.framor.com/di-buona-pasqua/.

Chi invece deve ancora decidere cosa portare in tavola domani è bene che lo faccia in fretta anche se la tradizione vuole sulla tavola pasquale ci siano agnello, uova e pastiera. L’agnello, così come il capretto, può essere semplicemente cucinato al forno con le patate, o alla cacciatora. In questo caso, l’agnello deve essere infarinato e rosolato in una padella  fondo spesso con mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva, 2 filetti d'acciuga e 2 spicchi d'aglio. Si sfuma poi con mezzo bicchiere di vino bianco, si aggiunge sale, pepe quanto basta, e si lascia cuocere per circa 30 minuti, bagnando ogni tanto con un pò di brodo.

Devono essere poi tritate, a parte, finemente altri due filetti acciughe con gli aghi di rosmarino ed il rimanente aglio e mettere poi il trito in una ciotola diluito con 3 cucchiai di aceto. Cinque minuti prima di spegnere il fuoco su cui cuoce l’abbacchio, bisogna versare la salsa di aceto con il trito, alzate leggermente la fiamma per sfumare. L’agnello può essere anche cucinato in padella al vino e rosmarino o al forno con senape e miele. Per realizzare questa ricetta, si deve marinare la carne per una notte intera in una salsa a base di miele, senape, rosmarino e scorza limone, e il giorno dopo basterà semplicemente infornarla.
Non mancheranno certamente in tavola le uova, cucinate in ogni modo, soprattutto sode, accompagnate magari da salami o altri genere di salumi. Immancabile anche la pastiera: ricetta della tradizione napoletana, torta di pasta frolla ripiena di un impasto formato da ricotta, grano bollito, uova, spezie e canditi. La versione classica prevede che gli aromi utilizzati siano la cannella e l’acqua di fiori d’arancio. Per realizzarla servono farina (315 gr), burro (155 gr), zucchero (135 gr) e uova (3 tuorli) per la pasta frolla; per il ripieno ricotta (400 gr), zucchero (350 gr), uova (2 intere e 2 tuorli), cedro candito (50 gr), scorza di limone grattugiata, arance candite (50 gr), acqua di fiori d'arancio, grano precotto (350 gr), cannella, vaniglia, burro (30 gr), latte (250 gr).

Per la preparazione della frolla, bisogna mettere  in un mixer farina setacciata, il burro freddo a pezzi, un pizzico di sale e lo zucchero e in pochi istanti si otterrà il composto, poi bisogna trasferirlo in una ciotola, unire i tuorli e impastare a mano il tempo per compattare gli ingredienti. Una volta compattato, il composto dovrà essere fatto a forma di panetto di pasta e avvolto nella pellicola. Poi bisogna farlo riposare in frigorifero per circa un’ora.

Per la crema di grano: versate in una casseruola il latte, aggiungete il grano precotto e il burro, poi grattugiate la scorza di un limone e mescolate gli ingredienti con un cucchiaio di legno, portando ad ebollizione a fuoco dolce e mescolando fino ad ottenere una crema densa, per circa 30 minuti. Una volta pronta la crema di grano, versatela in una ciotola capiente e lasciate intiepidire, nel frattempo, setacciate più volte la ricotta per renderla più cremosa. Poi in una ciotola versate le uova, i tuorli e lo zucchero e mescolate con una frusta per rendere il composto omogeneo,poi unite la ricotta, mescolate ancora e unite il grano cotto oramai raffreddato, i fiori d’arancio, la cannella in polvere, e i semi di una bacca di vaniglia. Mescolate e unite al ripieno anche i canditi di cedro e arancia. Basta poi mescolare ancora un po’ tutti gli ingredienti uniti, poi imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm, prendete il panetto di frolla, stendetelo e foderate la teglia con il disco di pasta frolla, bucherellate il fondo con una forchetta e versate all’interno il ripieno, decorate la pastiera con le losanghe e infornate la pastiera in forno statico preriscaldato a 180° per 80 minuti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il