BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: riforma, novità obiettivi positivi Renzi da chiarire, definiti sono i negativi

Piano di tagli e revisioni annunciato dal premier Renzi per recuperare nuove risorse necessarie per modifiche alla riforma pensioni Fornero: il programma




Tagli e revisioni su pensioni di guerra, invalidità, reversibilità, baby pensioni, cumulo, ricche pensioni integrative e contributo di solidarietà sulle pensioni più elevate: sono questi gli interventi annunciati dal premier Renzi per intervenire sulla riforma pensioni Fornero, novità negative che, però, servirebbero per permettere di approvare piani di modifica positivi, dalla possibilità di aumentare le pensioni più basse all’approvazione di piani di uscita anticipata e flessibile per tutti.

Le revisioni annunciate dal premier Renzi erano frutto del lavoro del suo consigliere economico Gutgeld, nominato anche commissario per la spending review, e appoggiate anche dal presidente dell’Inps, Tito Boeri, ritiene si tratti di interventi importanti per raggiungere quell’equità e giustizia sociale che sin dal suo mandato dice di voler perseguire.  Allo stesso scopo, infatti, Boeri ha avanzato la proposta di ricalcolo contributivo per tutti coloro che percepiscono ricche pensioni mensili, in parte calcolate con vecchio sistema retributivo.

Si tratta di misure che permetterebbero di accumulare nuove risorse economiche necessarie non solo per poter approvare piani di maggiore flessibilità pensionistica ma anche per l’istituzione dell’assegno universale. Al momento è quest’ultima la proposta di modifica condivisa da tutti e appoggiata anche dall’Ue, perché si tratta di uno strumento che già esiste in quasi tutti gli altri Paesi europei e che sarebbe un’importante forma di sostegno per coloro che si ritrovano in grave difficoltà.

Nonostante, dunque, si parta da tagli, è importante sottolineare che, in una situazione di crisi come quella attuale che l’Italia sta vivendo, si tratta di provvedimenti importanti per avere a disposizione nuovi soldi da reinvestire nelle pensioni stesse o nel welfare e una più equa redistribuzione delle risorse, a vantaggio, dunque, di tutti e non solo di pochi privilegiati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il