BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Disoccupazione indennità 2015 Naspi, Aspi, Dis Coll: per chi, come e quando funzionano in attesa terzo Ddl e assegno universale

In attesa di scoprire se sarà realtà il reddito minimo garantito, introdotte le nuove forme di sostegno al reddito per i disoccupati.




I due ultimi decreti attuativi del Jobs Act, uno relativo alla maternità, l'altro che prevede lo stop ai co.co.pro dal primo gennaio 2016, non sono ancora arrivati in parlamento per i pareri competenti delle commissioni Lavoro di Camera e Senato. Ci sono invece novità sulle forme di sostegno al reddito, in attesa di capire se verrà introdotto il reddito minimo garantito o altri tipi di bonus, magari con il prossimo decreto governativo.

Già realtà la Naspi, nuova assicurazione sociale per l'impiego che riguarda tutti i disoccupati involontari dal primo maggio 2015. L'ammontare dell'indennità non può eccedere i 1.300 euro. Dopo i primi 4 mesi la Naspi viene ridotta del 3% al mese. L'assegno è condizionato alla partecipazione a programmi di politiche attive. Per poterne fruire occorre presentare domanda all'INPS per via telematica entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

La novità di quest'anno è rappresentata dalla sperimentazione dell'Assegno di disoccupazione (Asdi), pensato per i lavoratori che hanno percepito la Naspi per l'intera sua durata, non hanno ancora trovato un impiego e si trovino in una condizione economica di bisogno. Nel primo anno di applicazione gli interventi saranno riservati in via prioritaria ai lavoratori appartenenti a nuclei familiari con minorenni e a quelli in età vicina al pensionamento, ma che non hanno ancora maturato i requisiti per il congedo. L'Asdi viene erogato per una durata massima di sei mesi ed è pari al 75% dell'ultimo trattamento Naspi.

Ecco poi l'indennità di disoccupazione Dis Coll per chi è senza lavoro e che può far valere almeno 3 mesi di contribuzione fra il primo gennaio dell'anno solare prima della cessazione dal lavoro. L'importo è pari al 75% del reddito medio mensile purché sia pari o inferiore (nel 2015) a 1.195 euro.

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il