BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie strategia interventi negativi è giusta sostenuta da rapporto Guardia di Finanza

Frodi, falsi appalti ed evasione fiscale per un danno inestimabile di miliardi denunciato dalla Gdf: come colpire gli illeciti anche nelle pensioni e recuperare soldi per nuovi interventi




Un danno complessivo per lo Stato di 4,1 miliardi nel 2014 frutti di frodi ai finanziamenti pubblici e sprechi nella Pubblica Amministrazione. Questo quanto emerge dal 'Rapporto annuale' della Guardia di Finanza. Oltre 3.700 le persone denunciate per reati contro la Pa. Appalti pubblici per 1,8 miliardi, più di un terzo di quelli controllati e monitorati, sono stati assegnati illecitamente nel 2014. Dal Rapporto emerge inoltre che sono quasi 8mila gli evasori totali, soggetti completamente sconosciuti al Fisco, scoperti dalla Guardia di finanza nel 2014, mentre è di un miliardo e duecento milioni il valore dei beni sequestrati per reati tributari.

Nell’ambito della lotta all’evasione fiscale e al sommerso, la Gdf ha anche scoperto 11.936 lavoratori in nero e 13.369 lavoratori irregolari. 5.082 sono invece i datori di lavoro scoperti e denunciati, che utilizzavano manodopera irregolare o in nero. Come ben si evince dai numeri, gli illeciti nel welfare riportano cifre altissime e grazie all'intervento della Gdf sono stati trovati 1,5 miliardi di quei 4,5 che servirebbero, per esempio, a dare il via ufficiale all’assegno universale per chi ha 55-65 anni come proposto dal presidente dell’Inps Boeri.

L'idea, quindi, è quella di colpire gli illeciti anche nel sistema previdenziale e dividere ciò che viene poi recuperato tra welfare e pensioni stesse; e colpire gli abusi sulle pensioni invalidità, di guerra, di reversibilità, sulle ricche pensioni integrative sembra essere la strada giusta per recuperare nuove risorse economiche, confermando l’idea base di Renzi sulle pensioni, consigliata anche dal nuovo commissario per la spending review Gutgeld e supportata da Boeri, che partirebbe da tagli e interventi negativi per arrivare a rendere migliore poi la situazione per tutti.

Del resto, alla situazione di evasione fiscale e frodi che emerge dal Rapporto della Gdf si aggiungono proprio i costi, talvolta stratosferici, relativi alla previdenza ma non alle pensioni in sé quanto ad assistenza, vitalizi esagerati, false pensioni di invalidità, pensioni integrative troppo alte, e ingiuste, per alcune categorie di lavoratori, e quindi a causa delle truffe. E ci sono anche circa 100mila docenti di ruolo che usufruiscono dei permessi previsti dalla legge 104, tutela i portatori di handicap. Secondo il ministero dell'Istruzione sarebbe un numero troppo elevato. Secondo il sottosegretario Davide Faraon, in provincia di Agrigento, il 41% degli insegnanti è disabile, gravemente malato o accudisce un parente stretto infermo, certamente poco credibile, motivo per il quale è arrivato il momento di fare qualcosa per evitare si precare soldi pubblici ma impiegarli in maniera positiva e fruttuosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il