BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spesometro 2015: oggi venerdì si attende proroga o multe, sanzioni cancellate per ritardi. Le regioni e motivazioni richiesta

Scadenza trasmissione telematica nuovo spesometro 2015, chiarimenti dall’Entrate e chi deve rispettare l’obbligo: informazioni e istruzioni compilazione modello




La scadenza per la trasmissione telematica del nuovo spesometro 2015 è fissata entro il 10 aprile per i soggetti con liquidazione Iva mensile, entro il 20 aprile per i soggetti con liquidazione Iva trimestrale, entro il 30 aprile per gli operatori finanziari con riferimento alle operazioni Iva di importo pari o superiore a 3.600 euro effettuate attraverso carte di credito, di debito o prepagate. Qualche giorno fa l'Agenzia delle Entrate ha reso noti un Comunicato Stampa e il provvedimento che esonera le P.A. dalla presentazione dello Spesometro e i commercianti al dettaglio e i tour operator per le fatture sotto i 3mila euro al netto dell'Iva.

Sono esonerati dalla presentazione dello spesometro anche i contribuenti Regime dei Minimi, i contribuenti non residenti con stabile organizzazione in Italia, e i contribuenti che utilizzano la fatturazione elettronica. Tutti gli altri soggetti fiscali, da società di persone e di capitali, a società di fatto che esercitano attività commerciale, consortili, società cooperative, imprese familiari ed aziende coniugali, enti privati che svolgono esclusivamente o prevalentemente attività commerciale, a società estere rappresentate in Italia, curatori fallimentari e commissari liquidatori, contribuenti in regime di contabilità semplificata ma non in regime dei Minimi, devono presentare lo spesometro con tutte le operazioni rilevanti ai fini Iva.

Per  compilare lo spesometro 2015 bisogna usare il Modello di comunicazione polivalente approvato dall’Agenzia delle Entrate. La stessa Agenzia ha reso noto il software per scaricare il modello solo lo scorso 4 aprile, per scaricarlo bisogna utilizzare la Java Virtual Machine versione 1.7 e i sistemi operativi compatibili con il software sono Windows 8, 7, Vista e XP, con Linux e Mac OS X 10.7.3 e superiori, ma visto che è stato reso disponibile solo qualche giorno fa e vista la mole di lavoro che attende i Caf sono già state richieste proroghe per il rinvio della prima scadenza di venerdì prossimo, considerando il poco tempo a disposizione per tutti.

Al momento devono comunque essere rispettate le date indicate per non incorrere in sanzioni. La sanzione amministrativa, da un minimo di 258 euro ad un massimo di 2.065 euro, scatta se la trasmissione dei dati sulle operazioni rilevanti ai fini Iva non viene inviata entro i termini indicati o inviata entro i termini previsti, ma risulta incompleta.

Ricordiamo che le operazioni da riportare nel nuovo spesometro 2015 sono quelle che prevedono obbligo di emissione della fattura e in tal caso la comunicazione deve essere effettuata a prescindere dall'importo, e senza obbligo di emissione della fattura di ammontare pari o superiore a 3.600 euro, al lordo dell’Iva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il