BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: quota 100, mini pensioni, contributivo difficili e tutto rimandato per ora

Le speranze che la prossima Legge di Stabilità contenga interventi flessibili per le pensioni sembrano sempre meno forti: le novità e ultime notizie




Le speranze che la prossima Legge di Stabilità contenga interventi flessibili per le pensioni sembrano sempre meno forti e ad alimentare un clima di sfiducia le novità e ultime notizie rese note dalle prime bozze del Def che pone le basi per gli interventi della prossima Manovra e che al momento non fa alcun riferimento alla riforma pensioni, se non per tagli e modifiche che riguarderebbero pensioni di invalidità, di guerra, di reversibilità e cumulo, tutti interventi volti, come necessità economiche impongono, a recuperare nuovi soldi, non solo per rendere più equo il sistema pensionistico ma soprattutto per mettere da parte risorse economiche.

Nulla, dunque, in merito a sistemi che permetterebbero una maggiore flessibilità per tutti, da quota 100 a prestito pensionistico a sistema contributivo per tutti, eppure, nonostante le ultime notizie negative, non è detto che non si tratti di interventi che potrebbero essere inseriti a ridosso della presentazione della Manovra.

Parecchio dipenderà, come ormai da tempo si dice, dall’andamento economico del nostro Paese, dall’andamento del Pil, che sta sì crescendo ma al momento meno rispetto a quanto previsto, e dalla posizione dell’Ue, al momento contraria a qualsiasi intervento sulle pensioni italiane.

Di certo c’è che il Documento, come annunciato dal premier Renzi, non prevede alcun aumento delle tasse e la cancellazione dal 2016 delle clausole di salvaguardia della scorsa manovra, pari a 16,8 miliardi puntando su spending review e crescita economica e la parole d’ordine sembra prudenza, per non deludere le aspettative di crescita, come accaduto nel 2014, ed è per questo motivo probabilmente che ancora tutto è stato rimandato sulle pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il