BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi della settimana per quota 100, mini pensione, assegno universale, contributivo

Si prospettano nuovi appuntamenti pensioni per questo mese mentre si valuta la reale volontà del governo di modificare la riforma pensioni Fornero: cosa potrebbe cambiare




Dopo una’altra settimana importante di discussioni sulla riforma pensioni Fornero, si prospettano per questo mese di aprile diversi appuntamento che potrebbero portare diverse novità, dalla discussione della riforma della P.A., alla ripresa in Parlamento della discussione del piano flessibile, alle due sentenze attese dalla Corte Costituzionale su perequazione automatica delle pensioni superiori tre volte il minimo Inps e su legittimità del prelievo di solidarietà sulle pensioni d’oro.

Le ultime notizie mostrano poi nuove aperture da parte del ministro del Lavoro Poletti che ha ribadito l’intenzione di voler inserire nella prossima Manovra Finanziaria interventi per garantire maggiore flessibilità a tutti. Ma bisogna capire fino a che punto sia reale questa intenzione del governo di modificare le pensioni attuali. Il problema economico infatti potrebbe ben essere superato perché, nonostante la palese condizione in cui versa il nostro Paese e una ripresa che stenta effettivamente a decollare, è importante sottolineare che tutte le proposte di modifica alle pensioni avanzate finora, da anticipata con quota 100, a prestito pensionistico o mini pensione, pensione a 62 anni con 35 anni di contributi, sistema contributivo per tutti, prevedono penalizzazioni per il lavoratore che vuole lasciare il lavoro prima.

E ciò significa che i soldi impiegati dallo Stato sarebbero solo un anticipo che il lavoratore restituirebbe. Ancora molto vaga la situazione in merito, mentre sembra quasi certo ormai l’assegno universale, unica modifica che mette tutti d’accordo, Ue compresa, soprattutto per il fatto che si tratta di una forma di tutela esistente già negli altri Paesi europei.

Deluse invece le aspettative di quanti attendevano novità dal terzo e quarto ddl sul lavoro che per molti avrebbe potuto interventi sulle pensioni, come assegno universale, staffetta generazionale e part time, ma collegate al lavoro. E mentre vengono nuovamente alimentate le speranze di coloro che sperano si possa arrivare finalmente a interventi concreti, il viceministro all’Economia Morando, contrariamente a quanto anticipato da tutti, dichiara che al momento nell’agenda di governo non compaiono discussioni e interventi sulle pensioni, per cui sarà importante capire cosa accadrà nelle prossime settimane.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il