BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato cartaceo e online: come fare, richiesta PIN o senza. E si può fare 730 2015 ordinario senza nessun obbligo

Il 15 aprile l’Agenzia delle Entrate inizierà ad inviare il nuovo modello 730 precompilato a 20 milioni di contribuenti italiani: possibile sempre la compilazione del modello cartaceo. Cosa fare




Il 15 aprile l’Agenzia delle Entrate inizierà ad inviare il nuovo modello 730 precompilato a 20 milioni di contribuenti italiani. Il modello sarà inviato in via esclusivamente telematica e potrà essere visualizzato da tutti direttamente sul sito delle Entrate dove si potrà accedere grazie ad un pin o si potrà delegare un Caf o un professionista abilitato. I contribuenti che non sono in possesso del pin possono richiederlo online sezione Fisconline/Entratel attraverso l’inserimento del proprio Codice Fiscale e dei Redditi percepiti nell’ultima dichiarazione dei redditi sul sito www.agenziaentrate.gov.it, possono telefonare al numero 848.800.444, o rivolgersi agli uffici territoriali delle Entrate.

Presentata la domanda per avere il pin, il contribuente riceverà uno stampato con un numero di protocollo, la prima parte del Pin e una password che dovranno essere inseriti nella sezione Fisconline sul sito delle Entrate per ricevere la seconda parte del pin. Ci vorranno 15 giorni per ricevere questa seconda parte del pin e una volta ricevuta si potrà accedere ai propri dati fiscali. Per accedere alla propria dichiarazione dei redditi, in alternativa, ci si può rivolgere anche a Caf, professionistici abilitati e commercialisti e chiedere il 730 nel classico formato cartaceo, cosa che comporterà dei costi quest’anno.

Scaricato e visualizzato il proprio modello 730 precompilato, bisogna verificare che siano stati inseriti dati e informazioni corrette e nel caso di errori o mancanze si potrà procedere ad eventuali modifiche o integrazioni, tra cui l’inserimento di spese sanitarie, spese sostenute per l’istruzione dei propri figli, spese funebri che saranno riportate sul 730 precompilato solo dal prossimo 2016. Concluse le operazioni di modifica e correzione, il modello 730 dovrà essere di nuovo inviato alle Entrate dal primo maggio ed entro il 7 luglio.

I contribuenti che lo invieranno autonomamente, senza modifiche o con modifiche non influenti su variazioni della dichiarazione dei redditi, saranno esclusi dai controlli documentali, mentre se ad inviare il 730 sono Caf o altri professionisti abilitati i controlli documentali saranno eseguiti nei loro confronti che saranno anche responsabili di eventuali errori, per cui soggetti a multe e sanzioni previste. Considerando la responsabilità di cui sono gravati, commercialisti, professionisti abilitati e Caf lavorano per trovare una polizza che copra i nuovi rischi per i 730 cosiddetti infedeli e, se non potranno contare su apposite polizze, potrebbero addirittura rifiutarsi di apporre il visto sui 730.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il