Pensioni: diminuiremo l'età, non la alzeremo. Così il Ministro Damiano intervistato ieri

Il centrosinistra non prevede alcun innalzamento dell'età pensionabile



Il Governo non prevede l'innalzamento dell'età pensionabile. Lo ha annunciato il Ministro del Lavoro Cesare Damiano, rimarcando l'importanza degli ammortizzatori sociali.


"Non innalzeremo l'età pensionabile - ha affermato Damiano - E' stato il precedente Governo a portarla 60 anni a partire dal 2008. Io vorrei scendere rispetto ai 60 anni e tenere conto del lavoro faticoso''.

 

Il ministro ha rilasciato queste dichiarazioni nel corso della trasmissione "Domenica In", della quale è stato ospite toccando altri argomenti, per esempio quella della maternità e delle agevolazioni previste per essa.

"Se avessi figli sicuramente farei richiesta di un congedo di parentela per assentarmi dal lavoro -ha commentato-l'attuale governo sta prendendo misure di tutela a favore delle donne in stato di maternita', poiche' e' proprio nel periodo in cui la donna non ha piu' un lavoro che deve essere assolutamente protetta".

Ma oltre alle donne, sono altre le categorie che secondo Damiano sono in posizioni più delicate: "Propongo nuovi ammortizzatori e il miglioramento delle garanzie di cui hanno bisogno tutti i cittadini. Penso anche agli studenti appena entrati nel mondo del lavoro e le persone che perdono il lavoro dopo i cinquant'anni. Persone che meritano maggiori tutele".

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il