BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato e Certificazione UNICA: siti web Agenzia Entrate e INPS. Come fare con PIN, scaricare e compilare modelli

Da mercoledì prossimo, 15 aprile, quindi fra soli due giorni, l’Agenzia delle Entrate inizierà ad inviare il nuovo modello 730 precompilato: quali i documenti necessari da conservare o presentare a Caf e professionisti abilitati




Da mercoledì prossimo, 15 aprile, quindi fra soli due giorni, l’Agenzia delle Entrate inizierà ad inviare il nuovo modello 730 precompilato. Lo riceveranno complessivamente circa 20 milioni di contribuenti tra lavoratori dipendenti e assimilati e pensionati. Il tutto esclusivamente in via telematica. Ciò significa che per scaricare il 730 precompilato online bisogna accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate, inserire le proprie credenziali e il Pin e visualizzare la propria dichiarazione dei redditi che potrà essere stampata, ed eventualmente corretta o integrata con le informazioni mancanti. Per richiedere il Pin, nel caso in cui non lo si avesse, bisogna andare sul sito www.agenziaentrate.gov.it, telefonare al numero 848.800.444 o agli uffici territoriali delle Entrate, e si riceverà la prima parte del Pin, mentre la seconda parte sarà inviata online in 15 giorni.

Sia nel caso si presenti all’Agenzia delle Entrate il nuovo 730 precompilato sia che ci si rivolga a Caf, commercialisti o altri professionisti abilitati, è sempre necessario esibire e conservare documenti importanti nel caso di controlli o per ottenere rimborsi e detrazioni. La documentazione necessaria comprende certificazioni che documentano le ritenute, quali la nuova Certificazione Unica inviata dai sostituti di imposta e dai Consulenti del Lavoro a tutti i lavoratori; scontrini, ricevute, fatture e quietanze che attestino ogni tipo di spesa sostenuta. Nel caso di spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie, bisogna presentare i documenti previsti per fruire della detrazione spettante, ad esempio le ricevute dei bonifici bancari o postali, dalle fatture e ricevute fiscali comprovanti le spese sostenute, dalle quietanze di pagamento degli oneri di urbanizzazione, dagli attestati di versamento delle ritenute operate dal condominio sui compensi dei professionisti, la quietanza rilasciata dal condominio che attesta il pagamento delle spese imputate al singolo condomino.

Per gli interventi sulle parti comuni, la documentazione può essere sostituita da una certificazione dell’amministratore di condominio che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti per fruire della detrazione spettante  e indichi la somma di cui il contribuente può tener conto per la detrazione; dagli attestati di versamento d’imposta eseguiti direttamente dal contribuente con modello F24. Il contribuente non è invece tenuto a presentare i documenti che riguardano le spese deducibili già riconosciute dal sostituto d’imposta quando ha calcolato il reddito.

Non deve, inoltre, esibire la documentazione degli oneri detraibili già considerate dal sostituto d’imposta nel calcolo delle imposte.  Passando al caso dei  rimborsi, anche per quest’anno sono previste le modalità di tutti gli anni e se risulta un credito da rimborsare la somma si avrà direttamente dal datore di lavoro dal mese di luglio o dall'ente pensionistico a partire dal mese di agosto o settembre. Ricordiamo che il modello 730 precompilato deve essere reinviato modificato o integrato all’Agenzia delle Entrate dal primo maggio ed entro il 7 luglio.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il