BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Btp Italia 2015 aprile, obbligazioni, conti deposito: confronto migliori investimenti per tassi interesse, condizioni, inflazione

Investire puntando su Btp Italia, obbligazioni e conti deposito: rischi e rendimenti. I consigli degli esperti e cosa preferire per guadagnare




Parte da oggi, lunedì 13 aprile, l'ottava emissione del Btp Italia che fino a maercoledì 5 sarà dedicata esclusivamente alla clientela retail, mentre nella giornata di giovedì 16 sarà riservata solo ai clienti istituzionali. A differenza delle precedenti emissioni, quasta nuova avrà durata di otto anni, quindi fino al prossimo 2023 e, come al solito, chi acquista il titolo e lo mantiene fino alla scadenza godrà del classico premio fedeltà.

Il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito dell'ottava emissione del Btp Italia è pari allo 0,5%, mentre il tasso cedolare (reale) annuo definitivo sarà fissato al termine del periodo di raccolta degli ordini di acquisto e non potrà essere inferiore al tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito.

Il Btp Italia è indicizzato all’inflazione italiana (Indice FOI, senza tabacchi- Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi) e avrà scadenza il 20 aprile 2023. E gestori e analisti consigliano l’acquisto del titolo, considerando che oggi l’inflazione è pari allo 0% ma che, grazie alle nuove operazioni della Bce, dovrebbe risalire al 2, il che significherà rendimenti e guadagno per coloro che decidono di investire in questo titolo.

Sono sempre gli esperti a consigliare in questo momento di puntare i propri risparmi sulle obbligazioni, capaci di rendere bene, meglio se non europee. Meglio puntare su altre valute come yen giapponese, dollaro Usa, valute del Nord Europa, come anche la sterlina inglese. Si tratta, però, di investimenti che possono sempre portare con loro qualche rischio e per chi non amasse questo rischio, meglio puntare sui più 'tranquilli' conti deposito, da molti italiani considerati ottimi salvadanai che riescono a garantire rendimenti tra il 2 e il 3%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il