BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Isee 2015: calcolo, compilazione e istruzioni in continuo aggiornamento modello DSU. E si usa vecchio metodo in molti Comuni

Nuovo Isee 2015 e nuova Dsu: cosa cambia rispetto allo scorso anno, difficoltà per i Caf e come presentare modello da soli. Prime proroghe




Il modello Isee è cambiato da quest’anno e si arricchisce di novità e informazioni. In base, infatti, della prestazione che deve essere richiesta, bisognerà chiedere diversi Isee, da quello standard, che viene utilizzato in tutti i casi che non riguardano gli altri cinque casi specifici; all’Isee corrente, che certifica il cambiamento di reddito di una famiglia, da richiedere soprattutto se si perde il lavoro, aggiornando l'Isee precedente e considerando la perdita del lavoro; all’Isee Università, per avere agevolazioni per il diritto allo studio universitario; all’Isee per le residenze assistenziali, pensato appositamente per gli anziani; l’Isee per altri servizi assistenziali; all’Isee per i minori, per la richiesta di prestazioni fiscali agevolate per esempio per asili nido, mense scolastiche, acquisti di libri.

Cambiano da quest’anno anche i controlli sui conti correnti bancari o postali, che considerano la giacenza media annua a non più il saldo finale al 31 dicembre; cambia anche la possibilità di autocertificazione che si riduce notevolmente mentre gran parte delle informazioni più importanti deriveranno dall’incrocio di dati degli archivi Inps e dell'Agenzia delle Entrate, compresi i dati patrimoniali e reddituali che finora ne erano stati esenti; novità anche per le famiglie con disabili, per cui è prevista l'introduzione di 3 diverse franchigie sul reddito e che prevedono 4.000 euro per disabilità media, 5.500 euro per disabilità grave e 7.000 euro per persone non autosufficienti, importi che salgono se l'interessato è un minore.

Da quest’anno, dunque, non basta portare i documenti al Caf e far compilare l’Isee, ma bisogna attendere che i dati inviati ad una banca dati vengano confermati o rigettati ed infine trasmessi al CAF all’intermediario, e poi il Caf dovrà fare tutto online. Chi, però, vuole compilare il modello in maniera autonoma può farlo attraverso la dichiarazione sostitutiva unica direttamente sul sito dell’Inps. Con il nuovo Isee arriva cambia, però, anche la nuova DSU, dichiarazione unica sostitutiva, che contiene le informazioni sui dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare,  dati relativi alla casa di abitazione, attività lavorativa, tutti i redditi tassati con regimi sostitutivi o a titolo di imposta, e tutti i redditi esenti, come pensioni di invalidità, assegno sociale, o indennità di accompagnamento.

 Una volta compilata la nuova Dsu, saranno effettuati dei controlli incrociati in base alle informazioni già contenute negli archivi del Fisco e dell’Inps. Per inviare l’Isee da soli bisogna  seguire i seguenti passi sul sito dell’Inps: Acceso al sistema– Acquisizione interattiva– Compilazione modello base– Nucleo familiare– Patrimonio– prestazioni richieste. Si potrà procedere all’invio del modello se si inserirà l’apposito codice PIN che permetterà di svolgere le operazioni e completare in totale autosufficienza.

Poi tocca all’Inps analizzare la domanda Inps e decidere se accettare o meno la richiesta di prestazioni agevolate presentate dalle diverse famiglie. A causa della confusione generata dal nuovo Isee, vi sono diversi Comuni che hanno già rimandato la scadenza di presentazione, città come Trieste, dove per esempio per lArea servizi e politiche sociali il termine per la presentazione è stato spostato al 30 giugno; per il bando per il sostegno alle locazioni, la scadenza delle domande è fissata al 30 aprile prorogata però al 29 maggio; per il cosiddetto Fondo di autonomia possibile per il servizio di badante la data ultima il termine per la presentazione del nuovo Isee è stato rinviato al 30 giugno, mentre al 29 maggio è fissato il termine di presentazione dell’Isee per la Carta famiglia.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il