BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia: consigli analisti emissione nuova Aprile 2015. Comprare o meno in base rendimenti, spread btp-buud, inflazione

Al via a oggi, lunedì 13 aprile, la nuova emissione del Btp Italia, l’ottava: consigli analisti ed esperti su convenienza acquisto titolo




Al via da oggi, lunedì 13 aprile, la nuova emissione del Btp Italia, l’ottava, pronta a raccogliere l’ennesimo successo di vendita, sospinta anche dai consigli di esperti e analisti che, come ormai da qualche anno, ritengono si tratti di un acquisto interessante da effettuare, capace, soprattutto considerando la nuova scadenza più lunga, di garantire buoni rendimenti, considerando che le nuove operazioni della Bce portano a stimare un aumento dell’inflazione al 2%.

Il Btp Italia è infatti un tiolo legato all’inflazione italiana, che ha scadenza ad otto anni per questa emissione, di più dunque rispetto ai 4 o 6 anni delle scadenze precedenti, quindi valido fino al 2023. E chi acquista il titolo oggi e lo detiene fino alla scadenza naturale godrà anche di un premio fedeltà.

La nuova emissione del Btp Italia 2015 vale fino a mercoledì 15 solo per i clienti privati, mentre giovedì 16 sarà possibile esclusivamente per i clienti istituzionali. Aver allungato la sua scadenza rispetto a quella delle altre emissioni dipende essenzialmente dal momento che l'Italia sta vivendo, dall'inflazione attuale e dalle stime di cambiamenti futuri. Il Tesoro ha infatti deciso di allungare la scadenza a otto anni per rendere più interessante il titolo se si pensa, come ha spiegato Giulio Casuccio, responsabile dei fondi obbligazionari e degli investimenti multi-asset di Fondaco Sgr, “che l'inflazione tornerà a crescere nell'Eurozona e con questa anche la ripresa economica”.

E ciò significa che “il Btp Italia in collocamento in questi giorni può diventare interessante nella seconda parte della propria vita, perché se è vero che i tassi andranno inevitabilmente ad aumentare colpendo i prezzi dei titoli, è anche vero che con una cedola indicizzata si è meno esposti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il