BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Renzi: riforma novità con effetti negativi negativi se si attende crescita economia

Quello delle pensioni resta un nodo ancora da sciogliere. Non è chiara la direzione politica che il governo intende seguire.




Fino a che punto il mancato decollo della riforma pensioni va ricondotto a motivazione di carattere economico? Come riferiscono novità e ultime notizie, il governo Renzi si ritrova fra le mani un tesoretto di 1,6 miliardi di euro spuntato tra le pieghe del bilancio dello Stato. Come sarà investito? Difficilmente nel dare il via alle prime misure di revisione della legge Fornero. E sembra anche tramontata l'ipotesi di un bonus agli incapienti ovvero a coloro che guadagnano fino a 8.000 euro all'anno. A quanto pare potrebbero essere dirottati nel rafforzamento dell'Asdi, l'assegno di disoccupazione destinato ad anziani e genitori con minori. In tutti i casi è chiaro come la volontà sia innanzitutto politica.

Le giustificazioni di carattere puramente economico reggono fino a un certo punto, anche alla luce delle proposte di cambiamento a costo (quasi) zero. In questo contesto, l'Italia si avvia a chiudere la partita 2014 con l'Unione Europea sul rapporto tra deficit e Pil che l'Istat conferma al 3% con gli ultimi dati trimestrali. Nel dettaglio, c'è una crescita delle entrate dello 0,6% a cui ha fatto da contraltare una spesa maggiore dello 0,8%. Ma la pressione fiscale continua a salire, toccando il 50,3% nel quarto trimestre dell'anno e il 43,5% nell'intero 2014. Gli ultimi dati elaborati dall'Istituto di statistica sono arrivati alla vigilia del varo del Documento di Economia e Finanza che contiene le ultime stime che l'esecutivo programma di realizzare per il prossimo triennio.

Nel dettaglio, ritoccherà al rialzo le stime di crescita del 2015, portandole dal +0,6% a un +0,7%: una valutazione prudente legata ai dati contrastanti della produzione nel mese di gennaio. In ogni caso, nei grandi numeri della macchina pubblica italiana tracciati nel conto economico trimestrale delle Amministrazioni pubbliche dell'Istat, c'è stato pure motivo di polemica. L'ira è del PD secondo cui l'Istituto avrebbe calcolato il bonus di 80 euro come maggiori spese a carico dello Stato e non come tasse in meno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il