BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma rinnovo, sblocco contratti PA, quota 96, Isee,amnistia,Btp Italia rendimento netto: novità giovedì Governo Renzi

Debutta domani 15 aprile il nuovo 730 2015 precompilato, nessuna novità ancora per i quota 96 della scuola mentre qualcosa sembra muoversi per le pensioni con Boeri:novità e ultime notizie




Novità Inps e riforma pensioni con il nuovo presidente Boeri ma anche novità da domani con i primi invii del modello 730 precompilato da parte dell’Agenzia delle Entrate e resta ancora piuttosto aperto il dibattito sulle misure di indulto e amnistia e loro approvazione. Le novità ad oggi 15 aprile del governo Renzi.

Pensioni: Novità Inps e riforma pensioni con il nuovo presidente Boeri: dopo aver già dato il via all'operazione trasparenza e aver annunciato per il prossimo maggio il debutto ufficiale della busta arancione, Tito Boeri annuncia che dal prossimo mese di giugno l'Inps verserà a tutti le pensioni ogni primo giorno del mese, invece che continuare ad erogare le pensioni in date diverse a seconda del tipo di prestazione. E si prepara anche a definire le sue proposte di modifiche alla riforma pensioni Fornero, da quelle che mirano a garantire a tutti una maggiore flessibilità in uscita dal lavoro, al reddito minimo per gli over 55, al ricalcolo contributivo delle vecchie pensioni risultate dal sistema retributivo con che dovrebbe interessare, come precisato, le pensioni “molto alte” per coprire eventuali esigenze finanziarie del sistema previdenziale.

730 2015 precompilato: L’Agenzia delle Entrate da domani, mercoledì 15 aprile, inizierà ad inviare a circa 20 milioni di contribuenti tra dipendenti e pensionati il nuovo modello 730 2015 precompilato. Si tratta di una novità messa a punto dal governo Renzi che dovrebbe facilitare i tempi di dichiarazione dei redditi e contribuire alla lotta all’evasione fiscale ma potrebbe creare anche non pochi problemi, soprattutto per coloro, pensionati in primis, che non hanno molta dimestichezza con l’uso del computer. Per scaricare e visualizzare la propria dichiarazione dei redditi precompilati che verrà inviata esclusivamente in via telematica bisognerà andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate e inserire le proprie credenziali e pin specifico. Se non lo si possedesse di potrà richiedere o al sito dell’Entrate stesso, www.agenziaentrate.gov.it, o contattando il numero 848.800.444 o rivolgendosi agli uffici territoriali delle Entrate. me spiegato dall’Entrate stesse, i contribuenti che hanno Smart Card/Cns possono seguire un’altra procedura attraverso la quale il sistema, dopo aver effettuato i controlli sulla Carta nazionale dei servizi inserita nel lettore, fornirà immediatamente al contribuente il codice Pin e la password per l'accesso a Fisconline. Chi avesse bisogno di informazioni e chiarimenti sulla procedura da seguire può consultare il sito https://info730.agenziaentrate.gov.it/portale/ o il canale specifico di Youtube attivato dall’Agenzia delle Entrate.

Isee: Cambiano quest'anno i criteri per la determinazione dell'Isee, Indicatore di Situazione Economica Equivalente, in cui rientrano quest'anno, insieme ai 'classici' redditi anche quelli che fino all'scorso non venivano considerati, da stipendi e pensioni, ai canoni di locazione, anche se assoggettati a cedolare secca, e alcuni redditi esenti da tassazione. Novità per quanto riguarda l’autocertificazione, da quest’anno infatti i contribuenti hanno meno possibilità di autocertificazione; la dichiarazione della giacenza media annua al posto del saldo finale di fine anno del proprio conto corrente; alle novità per i disabili. In questo caso, si possono infatti detrarre integralmente le spese mediche e di assistenza di cui al rigo E25 del Modello 730 mentre le altre spese sanitarie si possono detrarre fino ad un importo massimo di 5mila euro.

Quota 96: Mentre prosegue il cammino della riforma della Scuola in Parlamento, tutto tace ancora sulla questione dei quota 96 e mentre migliaia di precari attendono la stabilizzazione della loro posizione per il prossimo mese di settembre, ben 4mila lavoratori della scuola, tra insegnanti e personale Ata, sono costretti ancora a rimanere a lavoro nonostante abbiano maturato già tre anni fa i requisiti necessari per andare in pensione. La situazione, creata da un errore della riforma pensioni Fornero, è bloccata perché il governo continua a dichiarare di non avere a disposizione le risorse economiche necessarie per il congedo definitivo di questi lavoratori. E tra le nuove ipotesi spunta la possibilità di una loro nuova ricollocazione nell’organico funzionale delle scuole, idea che chiaramente non piace e sta suscitando polemiche.

Indulto e amnistia: Mentre sono in tanti a chiedere che le misure di indulto e amnistia vengano approvate in modo da arginare l'emergenza carceraria che continua a persistere nelle carceri italiane, la situazione continua a diventare nuovamente allarmante tra numeri di detenuti di nuovo in crescita e aumento dei casi di suicidi in carcere. E dopo la visita nel carcere di Frosinone, considerando le “condizioni di fatiscenza dei locali con una manifesta violazione dei diritti fondamentali della persona”, il senatore Ciro Falang ha invitato ad effettuare visite in carcere anche a coloro che “oppongono resistenza alla calendarizzazione del ddl sull’indulto e l’amnistia. Il nostro Paese, democratico, non può essere sordo alle grida di dolore di persone che scontano la pena in tali condizioni”.

Btp Italia: Ieri, lunedì 13 aprile, è partita l’ottava emissione partita del Btp Italia legato all'inflazione italiana, che durerà fino a giovedì 16 aprile e con una durata di otto anni. Nel suo primo giorno di emissione ha registrato quasi 3,4 miliardi di euro di sottoscrizioni. Fino a domani, mercoledì 15 aprile, la vendita del titolo è riservata solo ai clienti privati, mentre giovedì sarà riservata esclusivamente ai clienti istituzionali. Il titolo, anche per questa emissione, è collocato sul mercato, attraverso la piattaforma elettronica Mot di Borsa Italiana e per chi lo acquista e lo detiene fino alla naturale scadenza sarà calcolato, come di consueto ormai, il premio fedeltà. Per conoscere il tasso annuo definitivo finale bisognerà aspettare la fine del collocamento, mentre il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito è stato fissato al 0,50%. Secondo le previsioni, considerando l’andamento dello spread sostanzialmente stabile e la domanda non fortissima, il rendimento alla fine dovrebbe attestarsi su quello minimo garantito senza particolari rialzi.


Riforma Scuola:  Torna in discussione in Parlamento, la discussione sulla nuova riforma della Scuola sembra concentrarsi soprattutto sull’assunzione dei precari della scuola e sono migliaia coloro che dal Sud si preparano a fare le valigie per trasferirsi al Nord, dove si concentrano le maggiori disponibilità di assunzioni. E chi rifiuterà l'assunzione lontano da casa, perderà l’opportunità di stabilizzarsi e la prossima possibilità si presenterà solo con il nuovo concorsone per la scuola che dovrebbe essere bandito nel prossimo 2016. E solo in caso di idoneità. La scadenza per la presentazione degli emendamenti è stata comunque, fissata al 18 aprile, e da martedì 21, poi, dovrebbero essere votate le prime proposte di modifica in Aula. Il ministro dell’Istruzione Giannini ha fatto, comunque, sapere che la nuova riforma della Scuola sarà licenziata “tra metà e fine maggio”.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il