BusinessOnline - Il portale per i decision maker








INPS, Agenzia Entrate 730 2015 precompilato: problemi e soluzioni. Istruzioni scaricare, compilare, integrare modello tutto online

E' disponibile da oggi, mercoledì 15 aprile 2015, sul sito dell’Agenzia delle Entrate il nuovo modello 730 precompilato: chi lo riceverà e come fare a scaricarlo. Informazioni




E' disponibile da oggi, mercoledì 15 aprile 2015, sul sito dell’Agenzia delle Entrate il nuovo modello 730 precompilato, che sarà inviato a tutti i lavoratori dipendenti e i pensionati che nel 2014 hanno presentato il 730 e che hanno ricevuto dal proprio sostituto d’imposta la Certificazione Unica 2015. Esclusi dal 730 precompilato i titolari di partita Iva, che presentano la dichiarazione dei redditi con il modello Unico. Per la presentazione del 730 precompilato congiunto bisognerà comunque rivolgersi a un Caf o ad un altro professionista abilitato.

Per scaricare il 730 precompilato dal sito dell’Agenzia delle Entrate si devono inserire le proprie credenziali di accesso alla sezione Fisconline e apposito pin. Per chi possiede le credenziali di accesso ai servizi online Inps potrà inserire anche queste. Chi invece non dovesse avere il pin di accesso al sito delle Entrate può comunque richiederlo o direttamente online sul sito stesso dell’Agenzia, o rivolge dosi presso gli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate, o contattando il numero telefonico 848.800.444. Presentando richiesta a questi servizi si riceverà la prima parte del Pin, mentre per seconda parte, che si riceverà online, bisogna aspettare 15 giorni.

Per ricevere assistenza o aiuto si può comunque consultare il sito https://info730.agenziaentrate.gov.it/portale/ o il canale specifico di Youtube attivato dalle Entrate che, passo dopo passo, spiega la procedura da seguire per scaricare e visualizzare il proprio 730 precompilato.  Una volta scaricato, il contribuente deciderà se presentare il modello così come inviato dalle Entrate o se dovrà apportare modifiche e integrazioni di dati mancanti, per esempio se sono state sostenute spese mediche, spese veterinarie, o per l’istruzione dei propri figli, spese funebri, e altre spese che non sono state riportate direttamente.

Il 730 precompilato contiene i redditi percepiti che possono essere desunti dalla Dichiarazione Unica 2015 ma anche gli oneri deducibili, come premi di assicurazioni sulla vita interessi passivi sui mutui, contributi previdenziali e assistenziali. Per quanto riguarda terreni e fabbricati, il 730 precompilato contiene i dati presenti nella dichiarazione dell’anno precedente integrati con le modifiche che risultano al catasto. Le eventuali modifiche o integrazioni possono essere effettuate direttamente online dal contribuente stesso o chiedendo aiuto ad un Caf, un commercialista o un altro professionista abilitato.

Se si decide di accettare la dichiarazione precompilata così com’è e bisogna barrare la casella ‘Dichiarazione precompilata- Accetata’, se invece si fanno modifiche o integrazioni bisogna barrare la casella ‘Dichiarazione precompilata- Modificata’. Ricordiamo che se si presenta la dichiarazione precompilata così come inviata dalle Entrate non saranno effettuati controlli documentali a carico del contribuente, mentre se si decide di modificarla saranno effettuati i controlli sugli oneri deducibili. Una volta effettuate tali operazioni il 730 dovrà essere nuovamente inviato alle Entrate dal primo maggio ed entro il 7 luglio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il