BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: riforma novità da Convegno sistema previdenziale studiosi, politici, esperti

La giornata di oggi, mercoledì 15 aprile, potrebbe rivelarsi importante per capire le intenzioni del governo di intervento sulla riforma pensioni Fornero: appuntamenti in programma e novità




La giornata di oggi, mercoledì 15 aprile, potrebbe rivelarsi importante per capire le intenzioni del governo di intervento sulla riforma pensioni Fornero. A Roma, infatti, sono in programma due appuntamenti convegni, uno dal titolo 'Pensioni passate e future', che si focalizza sulla necessità di intervenire con modifiche sulla legge pensionistica attuale e di definire nuove salvaguardie per gli esodati; l’altro dal titolo ‘Bilancio sistema Previdenziale Andamenti finanziari e demografici delle pensioni e dell’assistenza’, che potrebbe essere ancor più interessante considerando gli interventi previsti.

Tra gli altri, prenderanno, infatti, parte a questo incontro, realizzato a cura del Comitato Tecnico Scientifico di Itinerari Previdenziali, il professor Brambilla, presidente del Comitato, il presidente della Commissione Lavoro Damiano, il ministro del Lavoro Poletti, e il viceministro dell'Economia Morando. E’ chiaro dunque il motivo per cui tale incontro potrebbe prospettarsi cruciali, visto che saranno a confronto personalità di spicco del mondo politico che da mesi ormai professano posizioni diverse sulle pensioni.

Tra le ultime notizie, la dichiarazione del viceministro all’Economia Morando, che ha smentito che il governo sia effettivamente a lavoro su interventi pensionistici, in contrasto forse con le ultime novità annunciate invece dal ministro Poletti che ha parlato di possibili modifiche nella prossima Legge di Stabilità, nonostante il Def, che preannuncia interventi della Manovra di ottobre, non ne faccia alcun riferimento. Molto, come sappiamo, dipende dall’andamento dell’economia italiana e non è escluso dunque che da ora al mese di ottobre non si verifichino quelle condizioni tali da prevede interventi sulle pensioni, soddisfacendo, una volta per tutti, le richieste di tutti coloro che da tempo chiedono cambiamenti.

Si tratta di cambiamenti ben sostenuti dagli altri partecipanti al convegno, a partire da Cesare Damiano, per arrivare al sottosegretario Baretta, che oltre a puntare su sistemi capaci di garantire a tutti una maggiore flessibilità in uscita dal lavoro, puntano anche sull’applicazione del contributo di solidarietà sulle pensioni più elevate, meccanismo che interesserebbe, come precisato, le pensioni decisamente elevate e non quelle medio-basse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il