BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma Italicum, quota 96, Isee, amnistia, disoccupazione indennità, quota 96, indulto: novità ad oggi sabato Renzi

Le novità ad oggi 16 aprile del governo Renzi su pensioni, riforma elettorale, nuovi ammortizzatori sociali e questione carceraria. Ultime notizie




Cambiare la riforma pensioni Fornero e nuovi piani del presidente Inps Boeri ma ancora contraria l’Ue, al via primi controlli Isee, è scontro sulla riforma elettorale e dal primo maggio nuova Naspi: vediamo le novità ad oggi del governo Renzi
 
Pensioni: Ancora decisamente aperto il fronte di discussione sulla questione previdenziale, con il presidente dell’Inps Boeri che annuncia un chiaro piano di lavoro, fra debutto della busta arancione a maggio, proposta con assegno universale per gli over 55 a giugno, ricalcolo contributivo e sistemi di flessibilità in uscita con penalizzazioni successivamente; il ministro del Lavoro che conferma interventi allo studio del governo e possibilità di novità nella prossima Legge di Stabilità; la ripresa delle discussioni in Parlamento dei piani flessibili di Cesare Damiano tra uscita a quota 100, pensione anticipata a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni, o a 41 anni di contributi per tutti. Doccia gelata per tutti invece dalle ultime dichiarazioni del viceministro Morando che ha ribadito come al momento non sia al vaglio del governo alcun intervento pensionistico, di fatto sostenendo la contrarietà del ministro Padoan e dell’Ue a piani flessibili per modificare la legge pensionistica attuale. Non sono ancora maturi i tempi in Italia per abbassare l’età pensionabile per tutti, ma via libera all’introduzione dell’assegno universale, sistema in cui l’Italia sembra in ritardo rispetto agli altri Paesi europei dove invece è già in vigore.

Riforma Italicum: E’ scontro interno al governo soprattutto con la minoranza Pd su riforma elettorale e nuovo Italicum. Ma il premier Renzi è convinto ad andare avanti senza lasciarsi intimorire dalle minacce. Renzi ha dichiarato che “l'iter delle riforme e dell'Italicum non è il monopoli, non si può ricominciare. Ora si decide, dopo mesi di dibattiti e discussioni. Sull'Italicum e le riforme finalmente vediamo la fine. Si discute da 20 anni ma ora siamo in condizione di chiudere la partita”. Ma i deputati della minoranza Pd chiedono modifiche all'Italicum, minacciando il no e chiedendo di essere sostituiti in Commissione per non votare in maniera diversa dal gruppo.  Torna, intanto, in ballo anche l'ipotesi delle dimissioni di Roberto Speranza, se il gruppo dovesse dividersi durante il voto in Aula.

Isee: Partiti i controlli Isee 2015. Il Garante della Privacy ha dato il via libera all’accordo fra istituto previdenziale, Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza sulle modalità di consultazione delle informazioni contenute nella banca dati che servono per attività di controllo, monitoraggio, programmazione relative al nuovo modello dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Si tratta della banca dati sulle prestazioni sociali agevolate che contiene tutti i dati relativi a enti erogatori e beneficiari. In questa banca dati sono comprese tutte le prestazioni, messe a disposizione da Comuni ed altri enti erogatori e vi possono accedere Inps, Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza. Sono previste sanzioni nel caso in cui dai controlli dovesse emergere un maggior reddito, una discordanza fra Dsu, dichiarazione sostitutiva unica che il contribuente compila quando richiede l’Isee, e informazioni note all’Anagrafe tributaria.

Disoccupazione e indennità: Manca solo qualche settimana al debutto, previsto per il primo maggio, della nuova indennità di disoccupazione Naspi, che sostituirà l’Aspi. La Naspi rientra tra i nuovi ammortizzatori sociali messi a punto del governo Renzi che comprendono anche Dis Coll e Asdi. Il Dis-Collè il nuovo sussidio di disoccupazione per i lavoratori disoccupati iscritti alla gestione separata dell’Inps e CoCoPro, collaboratori coordinati e continuativi e a progetto; la Naspi, Assicurazione Sociale per l’impiego, potrà essere richiesta dai lavoratori dipendenti privati a tempo indeterminato e termine e per i lavoratori pubblici assunti a termine, avrà una durata massima di 18 mesi, e sarà erogata mensilmente dall'Inps per importi massimi di 1.300 euro al mese; mentre l’Asdi, nuovo Assegno di disoccupazione, prevede l’erogazione di un assegno di importo pari al 75% dell’ultimo assegno Naspi, può essere richiesto se si sono maturati almeno 3 mesi di contributi dal primo gennaio dell'anno precedente o un mese nell'anno in cui si perde il lavoro, e se dopo la Naspi il lavoratore disoccupato non abbia trovato un nuovo impiego. A quest’ultimo sostegno potrebbe essere destinato parte di quel nuovo tesoretto 'trovato' dal governo Renzi, del valore di 1,6 miliardi di euro, annunciato con il nuovo Def. Ancora attese, tuttavia, le procedure operative Inps per ottenere tali ammortizzatori. Ai nuovi ammortizzatori sociali, dal prossimo giugno, come annunciato dal presidente dell’Inps Boeri, si affiancherà quasi certamente l’assegno universale per gli over 55.

Indulto e amnistia: L'emergenza carceraria persiste, Falanga chiede una calendarizzazione della discussione sulle misure di indulto e amnistia, i Radicali continuano a ribadire la necessità di approvazione delle misure di clemenza, ma il ministro della Giustizia Orlando tace ormai sulla questione da tempo. La necessità di nuove discussioni è stata messa in evidenza dal senatore Falagna dopo la visita al carcere di Frosinone, occasione che messo in luce “condizioni di fatiscenza dei locali con una manifesta violazione dei diritti fondamentali della persona”, motivo per cui occorre intervenire ed anche in maniera rapida.

Quota 96: Nessuna novità ancora per i quota 96 della scuola, il che significa che continueranno a rimanere a lavoro ancora fino a quando, contrariamente a quanto sostenuto dal ministro Madia e confermato dal ministro Giannini, la questione non diventerà prioritaria per il governo.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il