BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi: novità Ue interventi diversi da quota 100, mini pensione, contributivo

Nel rebus della riforma pensioni, un ruolo decisivo è ricoperto da Bruxelles, contrario a modificare la legge Fornero. Novità e ultime notizie.




Fra l'Italia e la riforma pensioni c'è di mezzo l'Unione Europea. Senza le necessarie garanzie economiche, Bruxelles non permetterà di modificare la legge Fornero. E in questo momento il governo è in grado di assicurare ben poco. Le stime di crescita del Documento di economia e finanza (Def), lo strumento base che delinea la politica economica e di bilancio del governo per il prossimo triennio, sono basse e l'esecutivo ha puntato su una manovra di contenimento. Ecco allora che sono destinate a rimanere sulla carta le ipotesi di applicare la soglia di quota 100 come somma di anni di contribuzione ed età anagrafica da raggiungere per congedarsi dal lavoro, di introdurre il prestito previdenziale per gli over 55 disoccupati mini pensione, di estendere il contributivo donna.

A quanto pare, il solo via libera, condizionato da parametri ben precisi, è sull'introduzione dell'assegno universale, misura che trova spazio già in altri Paesi. Prima, però, spazio ai tagli. Nel mirino della spending review anche le pensioni di invalidità. L'intervento non toccherà l’entità degli assegni ma punta a eliminare gli abusi che emergono dall'analisi della distribuzione degli assegni sul territorio nazionale. Al Sud le pensioni agli invalidi civili sono quasi un quarto (il 23%) dei trattamenti Inps erogati nell'area, una percentuale doppia rispetto a quella del Nord (11,3%). Il dato emerge dai dati Inps e fotografa la realtà al primo gennaio 2014.

Le decisioni di Bruxelles vanno lette in un contesto più ampio che coinvolge anche la gestione della situazione della Grecia. La liquidità di Atene sembra agli sgoccioli e senza aiuti il Paese ellenico potrebbe non onorare gli impegni. La lista di riforme che il governo greco ha presentato ai suoi creditori punta a raccogliere quest'anno 3,7 miliardi di euro. Tra le misure privatizzazioni, lotta all'evasione e modifica del sistema previdenziale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il