Salgono le quote di azioni possedute dall'imprenditore Zunino in Mediobanca. Prossime mosse?

Mediobanca in chiusura di seduta e d’ottava perde circa mezzo punto percentuale in perfetto e triste accordo con gli indici principali



Mediobanca in chiusura di seduta e d’ottava perde circa mezzo punto percentuale in perfetto e triste accordo con gli indici principali. Oggi però a piazzetta Cuccia c’è un inquilino che pesa di più. Si tratta dell’immobiliarista Luigi Zunino, uno dei più importanti e attivi imprenditori del mattone lombardo che recentemente si è anche orientato verso il segmento del lusso facendosi notare dalla stampa per i suoi acquisti prestigiosi.

Zunino ha fatto sapere di avere portato la sua partecipazione nel capitale di Mediobanca a circa il 3,78% dai tre punti netti di prima. “È un investimento stabile e di lungo termine” ha dichiarato l'imprenditore nella nota in cui spiega di avere acquistato tramite Sviluppo Nuove Iniziative e Zunino Investimenti Italia lo 0,29% di piazzetta Cuccia e di avere poi aggiunto un altro 0,49% tramite una partecipazione che fa capo a Stefania Cossetti Zunino.

“Mediobanca – si legge ancora nel comunicato – è la prima banca d'affari italiana e ha sede a Milano, città dove attualmente il Gruppo Zunino sta sviluppando le importanti iniziative immobiliari di Milano Santa Giulia e dell'area ex Falck”. Insomma quando si hanno grandi progetti in mente, una banca di rango alle spalle fa sempre comodo. Oggi, però, il titolo di Risanamento, la società che fa capo allo stesso Zunino, non festeggia la novità e anzi chiude una giornata pesante con ribassi intorno al 2,36 per cento che portano l’azione a valere 7,6 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il