BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma scuola. aministia, quota 96, 730 precompilato, riforma Italicum, indulto, DEF: novità oggi giovedì Governo Renzi

Arrivano le prime novità pensioni ma per i dipendenti statali, pronti nuovi scioperi contro la riforma della scuola mentre nulla ancora si dice per i quota 96: le novità ad oggi 21 aprile del governo Renzi




Arrivano le prime novità pensioni ma per i dipendenti statali, pronti nuovi scioperi contro la riforma della scuola mentre nulla ancora si dice per i quota 96. Tantissimi intanto i contribuenti alle prese con il nuovo 730 precompilato e le novità che prevede. Vediamo le diverse novità ad oggi 21 aprile.

Pensioni: Arrivano le prime novità concrete sulle pensioni risultato, però, delle discussioni della riforma della P.A., visto che si tratta di novità che riguardano la possibilità di prepensionamento dei dipendenti senza penalizzazione anche prima dei 62 anni, effetto della norma contenuta nella Legge di Stabilità che cancella, fino al 2017, le penalizzazioni per chi decide di andare in pensione prima. Prima fase conclusa, dunque, con la speranza che si tratti di una novità che possa essere estesa anche ai lavoratori privati.  Nel frattempo, si fa sempre più animata la discussione sui prossimi interventi pensionistici annunciati dal presidente dell’Inps Boeri, dalla busta arancione, che dovrebbe arrivare già a maggio, all’assegno universale a giugno, al ricalcolo contributivo, ad una maggiore flessibilità a fronte di pensioni ridotte. La strada in tal senso sembra ancora decisamente lunga e tortuosa e a renderla tale soprattutto Ue e Mef che continuano ad opporsi ad ogni intervento proposto per modificare la riforma pensioni attuale.

Riforma Scuola: Mentre ci si avvia ad approvare la nuova riforma della Scuola, i sindacati sono pronti ad un nuovo sciopero nazionale. I sindacati confederali CGIL, CISL e UIL hanno, infatti, annunciato un nuovo sciopero generale del personale il 5 maggio. Si manifesterà contro la stabilizzazione dei docenti precari, che lascia fuori decine di migliaia di precari, tra gli appartenenti alle Gae che insegnano alle materne, gli idonei, ma non vincitori, del concorso 2012 e gli appartenenti alla seconda fascia; il rinnovo dei contratti del personale scuola; i superpoteri dei presidi.

Quota 96: Mentre ci prepara allo sciopero generale di maggio contro il Piano della Buona Scuola, non arriva nessuna novità per quanto riguardala questione dei quota 96 della scuola, evidentemente destinati a rimanere ancora a lavoro, e con la nuova possibilità prospettatasi di poter essere reimpiegati nell’organico funzionale. Cresce, come facilmente immaginabile, il malcontento tra i 4mila lavoratori interessati.

Indulto e amnistia: Così come per le pensioni, sono mesi che si discute di questione carceraria e dei ddl per le misure di indulto e amnistia senza ancora essere arrivati ad una soluzione. La situazione anche in questo caso è piuttosto complessa, tra ministro Orlando e altre forze del governo che continuano a ribadire la non necessità di queste misure di clemenza per risolvere l’emergenza carceraria in Italia, e altre forze politiche, associazioni, e lo stesso Papa Francesco che, al contrario, invocano l’approvazione di indulto e amnistia per rendere più vivibile la condizione di vita delle nostre carceri. Continuano, infatti, ad arrivare denunce per le drammatiche condizioni in cui sono costretti i detenuti delle strutture penitenziarie italiane.

Italicum: Continua ad essere scontro sull'Italicum ed è tensione tra governo e opposizioni a pochi giorni dall'arrivo in Aula della riforma elettorale. Dopo la decisione del Pd di sostituire in commissione i 10 componenti 'dissidenti' della minoranza Dem, oggi Sel e Forza Italia annunciano che abbandoneranno i lavori. Brunetta ha dichiarato: “Noi al pari di tutte le altre opposizioni non accetteremo questo comportamento antidemocratico del partito di Renzi e lasceremo a Renzi e a quel che rimane del suo partito tutta la responsabilità di questo strappo”. Anche Sel è pronta a lasciare i lavori della commissione Affari Costituzionali: il capogruppo Scotto ha detto “Non siamo abituati alle farse, è un fatto senza precedenti, è evidente che Renzi tratta la commissione come una sezione del Pd”. Resta, invece, in Commissione Affari Costituzionali della Camera Scelta Civica.

Def: Divide, e fortemente, il ‘tesoretto’ da 1,6 miliardi di euro reperito dal governo Renzi, annunciato con il nuovo Def e che dovrebbe essere usato per definire nuovi interventi per il welfare. Ma ancora non è sicuro. E così si apre al discussione sul possibile impiego di queste nuove risorse che in tanti chiedono di destinare innanzitutto, alle pensioni. Il presidente dell'Ufficio parlamentare di bilancio, Giuseppe Pisauro, ha spiegato che l'intenzione del governo di “utilizzare il margine di 0,1% di Pil, pari a circa 1,6 miliardi, desta perplessità. Il dubbio principale riguarda il rischio che c'è in questa operazione: una deviazione anche molto modesta del quadro macro o dei tassi di interesse dalle previsioni annullerebbe quel miglioramento e provocherebbe un allontanamento significativo dal percorso di avvicinamento all'obiettivo di medio termine”, invitando, dunque, alla prudenza.

730 precompilato: In tanti i contribuenti italiani che stanno scaricando il modello 730 precompilato online, attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate o dell’Inps. Tanti anche coloro che, invece, stanno incontrando difficoltà, sia nella richiesta del Pin necessario per accedere alla sezione Fisconline del sito delle Entrare, sia nelle procedure, senza considerare coloro che hanno scaricato il modello ma deve essere modificato e integrato e non ci riescono. E’ bene chiarire, in questo caso, che eventuali modifiche e integrazioni di dati e informazioni mancanti o non corretti possono essere effettuate solo a partire dal prossimo primo maggio. Per questi ultimi giorni di aprile, infatti, il sistema per accedere a tali operazioni risulta bloccato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il