BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni autofinanziamento, riforma indennità disoccupazione, Piano Scuola, riforma PA polizia e corpo forestale: novità ad oggi

Novità e ultime notizie oggi. E'scontro su riforma pensioni tra governo e Inps ed è scontro sulla nuova legge elettorale. Primi scioperi annunciati contro Piano Scuola.




Vediamo le novità e ultime notizie ad oggi sabato 25 Aprile 2015 sulla riforma pensioni e gli altri processi di modifica dalla riforma PA all'Italicum, passando alla scuola a ella PA
E’ scontro su riforma pensioni tra governo e Inps ed è scontro tra governo e opposizioni sulla nuova legge elettorale, mentre prosegue il cammino della riforma della scuola nonostante le mobilitazioni già annunciate per maggio. Il premier Renzi continua tuttavia per la sua strada. 

Pensioni: E’ ancora scontro sulla riforma pensioni e su eventuali interventi volti a modificarne i requisiti di uscita dal lavoro. Lo scontro non è solo tra Mef e Ue, contrati a modifiche alle pensioni, e forze politiche e sociali che invece sostengono la necessità di cambiamenti, ma anche all’interno del governo stesso, con i vari partiti politici divisi sui cambiamenti e i piani da sostenere, tra quota 100, mini pensioni, staffetta generazionale e part time, e governo e Inps. Negli ultimi giorni infatti diverse forze politiche si sono dette contro gli annunci del presidente Boeri. Alcuni hanno anche preso le distanze dal suo piano di ricalcolo contributivo che, se nei progetti, sostenuti tra l’altro dal premier Renzi, rappresenta un sistema per recuperare nuovi risparmi e garantire maggiore equità pensionistica a tutti, dall’altro viene criticato proprio perché di equo non avrebbe nulla. E per recuperare nuove risorse economiche si punta ad un aumento della tassazione, in maniera progressiva, sui redditi più alti. Meglio procedere così, secondo alcuni esponenti del governo, che non tagliando quanto comunque ci si è guadagnati secondo la legge, giacchè le pensioni che Boeri vorrebbe colpire sono quelle in parte ancora calcolate con vecchio sistema retributivo che, seppure decisamente più vantaggioso dell’attuale contributivo, comunque segue la legge di allora.

Riforma Polizia e corpo forestale P.A.: La riforma della Pubblica Amministrazione, ancora in attese di voti ufficiali, continua il suo lento cammino di discussione, in attesa di essere esaminata dalla Camera, dopo il nuovo blocco alle votazioni dopo il via libera di martedì scorso ai primi sei articoli del testo. E proprio durante le ultime discussioni, si è registrata l’apertura del governo al piano di accorpamento del Corpo Forestale dello Stato in una sola altra Forza di polizia e non in più forze (ad esempio Polizia di Stato e Vigili di fuoco). Del resto, era stato lo stesso premier Renzi settimane fa a parlare del progetto di accorpamento dei Corpi di Polizia, riducendoli da cinque a quattro.

Italicum: Dopo le spaccature dei giorni scorsi sull'Italicum, anche Silvio Berlusconi non ci sta. E dichiara: “Non possiamo consentire a Renzi di prendere il potere totale con il 30% dei voti attraverso una legge che con lo sbarramento al 3% polverizza l'opposizione. Avevamo proposto l'elezione diretta per il quale questo governo ha fallito: hanno fallito sulla politica estera, sulla disoccupazione, sull'immigrazione. Avevamo ragione noi su tutto”. Berlusconi definisce la nuova legge elettorale 'autoritaria'. Continua dunque la battaglia delle opposizioni sull’Italicum, mentre il ministro Boschi dice “Mi auguro che le forze politiche decidano tutte insieme di esaminare il provvedimento senza ricorrere al voto segreto. Penso che le battaglie si possano fare a viso aperto”.

Riforma Scuola: Nell'attesa dell'approvazione della riforma della Scuola e del via al nuovo piano di assunzioni per la scuola, tutti in piazza per le misure contenute nel Piano della Buona Scuola che ai docenti stessi e ai lavoratori della scuola stessa non piacciono. E si scatena il malcontento. Venerdì 5 maggio sindacati in piazza e sono state confermate anche le mobilitazioni contro le prove Invalsi che, oltre quella del 5 maggio cui parteciperanno con tutti gli altri, sciopereranno anche 6 e 12. Nonostante le mobilitazioni annunci, il premier Renzi, va avanti e conferma l’iter di approvazione della Buona Scuola contro il parere della scuola stessa. Il testo arriverà in prima lettura alla Camera entro il 10 maggio, poi si passerà all’esame del Senato per poi tornare in terza lettura a Montecitorio ma, assicura il premier, in tempi decisamente brevi.

Indennità disoccupazione: E’ attesa entro fine settimana la Circolare ufficiale che sancirà l’entrata un vigore  ufficiale del Dis-Coll, nuovo sussidio di disoccupazione per i lavoratori iscritti alla gestione separata dell’Inps e CoCoPro, collaboratori coordinati e continuativi e a progetto, che prevede l’erogazione di un assegno pari al 75% del reddito medio mensile nei casi in cui il reddito mensile sia pari o inferiore a 1.195 euro mensili nel 2015 e non può essere superiore ai 1.300 euro nel 2015, e ha una durata massima di 6 mesi. Il Dis-Coll sarà erogato mensilmente e solo a chi ha maturato almeno 3 mesi di contribuzione nell'anno precedente o un mese di contribuzione nell'anno in corso, e sarà retroattivo da gennaio in modo da valere anche per chi ha perso il lavoro nei primi mesi del 2015. Da venerdì prossimo, primo maggio, invece, parte la Naspi, Assicurazione Sociale per l’impiego, che sostituisce l’attuale Aspi e potrà essere richiesta dai lavoratori dipendenti privati a tempo indeterminato e termine e per i lavoratori pubblici assunti a termine, avrà una durata massima di 18 mesi. Sarà erogata mensilmente dall'Inps per importi massimi di 1.300 euro al mese.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il