BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Musei aperti e gratis 25 Aprile 2015 oggi Roma, Firenze, Milano, Napoli, Torino, Bologna e altre città. Cosa fare, feste, eventi

Domani sabato 25 aprile si celebra il 70esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo: cosa fare nelle diverse città e commemorazioni




Domani, sabato 25 aprile, si celebra la Festa della Liberazione per il 70esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo, avvenuto il 25 aprile 1945. Eventi e manifestazioni animeranno la Capitale a partire dall’iniziativa in Campidoglio in memoria di chi ha combattuto per la libertà, la democrazia e la giustizia sociale. Presenti alla manifestazione le associazioni di partigiani e combattenti, insieme, tra gli altri, al sindaco di Roma Ignazio Marino, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, e Franco Marini, presidente del Comitato Storico-Scientifico per gli anniversari di interesse nazionale.

In programma anche momenti musicali, come l'esibizione dei 100 bambini dell'Orchestra e coro delle scuole medie G.G.Belli e I.C.Vicovaro, diretti dai maestri Marco Quaranta e Angelo Colone; e la performance dei ballerini dello Swing Circus, in collaborazione con Feel That Swing, Fusion Style e Sprit Moves, quasi in memoria della musica americana che nel fascismo era proibita. Fino al 14 maggio, poi, rimarrà aperta al pubblico la mostra ‘Storie della Resistenza Italiana. Con uno sguardo sull'Europa resistente’, curata dall'Anpi e ospite nella Sala Mostre della Casa della Memoria e della Storia, un racconto in immagini della resistenza italiana ed europea dall'inizio della Seconda Guerra Mondiale fino alla promulgazione della Costituzione, nel 1947. La mostra è dedicata al Comandante Max.

Spostandoci presso la Sala Sinopoli, è in programma ‘Libertà!’ una maratona di storia, letteratura, cinema e musica sui temi della Liberazione: dalle 16 alle 19:30 in scena gli storici Simona Colarizi e Emilio Gentile, per parlare del 25 aprile e di Resistenza e Liberazione; seguiti dal filosofo Giulio Giorello, che parlerà del concetto di ‘libertà’; mentre dalle 18, il concerto del 25 aprile  e, diretta da Andres Orozco-Estrada, l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia eseguirà la sinfonia n. 1 di Schubert e il Requiem di Mozart.

Oggi, poi, venerdì 24, e domani sabato 25 aprile, la Casa del Cinema propone due giornate di programmazione sul tema della memoria del passato e l’attualità di quel ricordo, percorso dedicato a persone, storie, tragedie e speranze. A Firenze, le celebrazioni per la Festa della Liberazione, iniziano da stasera, venerdì 24 aprile, alle 19 con l’apertura straordinaria del Museo Novecento (piazza Santa Maria Novella), che sarà visitabile gratis fino alle 23.

Domani, sabato 25, le celebrazioni inizieranno alle 9:30 in piazza dell’Unità italiana, dove saranno deposte le corone di fiori al monumento ai Caduti di tutte le guerre, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose. Alle 13 in piazza Santa Maria Novella l’inaugurazione di una installazione permanente dell’artista Alberto Garutti di fronte al Museo Novecento e una performance commemorativa ideata per l’occasione dallo stesso artista. Le celebrazioni si concluderanno alle 17:30 sull’Arengario di Palazzo Vecchio in piazza Signoria con il tradizionale concerto della Filarmonica Rossini.

A Milano, insieme alle tante mostre organizzate in tutti i Musei che domani 25 aprile saranno regolarmente aperti, ed anche nell’attesa del via dell’Expo 2015, in occasione dell’anniversario della liberazione in Italia, oggi, venerdì 24 aprile, alle 18:30, il Comune di Milano in collaborazione con l’ILSC, Istituto Lombardo di Storia Contemporanea, presentano il reading in musica su testo di Valeria Palumbo, ‘25 Aprile 1945. Qui Milano Liberata’, dai bombardamenti alleati su Milano del 1943 ai giorni dei cecchini, subito dopo il 25 aprile 1945, i due lunghi anni verso la Liberazione.

Da segnalare la mostra milanese ‘Dal pane nero al pane bianco’ che rimarrà aperta al pubblico del Museo del Risorgimento di Palazzo Moriggia fino al 28 giugno, con ingresso gratuito, per ripercorrere attraverso immagini suggestive la storia dell’alimentazione in Italia tra fascismo, guerra e liberazione (aperta dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17:30).

A Bologna, il 25 aprile, come tradizione vuole, si festeggia in via del Pratello, tra letture, artisti e pranzi conviviali, mentre a Torino, in occasione della celebrazione della Festa della Liberazione, domani apre al pubblico il Rifugio Antiaereo di Palazzo Civico, costruito per proteggere i dipendenti comunali dagli attacchi dal cielo durante la Seconda Guerra Mondiale. Si tratta di un bunker in cemento armato, 10 metri sotto terra, con un sofisticato sistema di areazione e tre vie di fuga, nel caso che i bombardamenti avessero tirato giù il Palazzo.

Domenica 26, in programma invece letture, percorsi della Liberazione nei luoghi simbolo della deportazione e della memoria partigiana, e nel pomeriggio, nel porticato del Palazzo di San Celso, in programma l’anteprima del Jazz Festival. A Napoli la Festa della Liberazione parte dalle 9 del mattino e fino alle 20 in piazza San Vitale, Fuorigrotta, con l’evento dal titolo ‘25 Aprile, donna protagonista, la sua R…esistenza’, che punta l’attenzione sul ruolo rivestito dalla figura femminile durante la Resistenza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il