BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato: come fare compilare, modifiche e inserimento dati. Istruzioni per chi, quando e come da questa settimana

Da venerdì prossimo primo maggio al via la possibilità di modifiche e integrazioni del nuovo 730 precompilato in caso di errori o mancanze. Cosa fare




Scade il prossimo 7 luglio il termine di invio del modello 730 all’Agenzia delle Entrate ed entro quella data tutti i contribuenti che hanno scelto di scaricare il nuovo 730 precompilato direttamente online, dal sito dell’Agenzia delle Entrate o dell’Inps, dovranno aver integrato o modificato le informazioni inserite o mancanti. Sono diversi infatti i dati riportati sulla dichiarazione dei redditi precompilati, derivante dall’incrocio di tutti quei dati in possesso di Agenzia delle Entrate, Inps e anagrafe tributaria, ma sono diversi anche i dati mancanti, come alcune spese importanti perché danno diritto a detrazioni, come quelle mediche e veterinarie o quelle sostenute per l’istruzione dei propri figli.

E’ necessario anche aver scaricato e visualizzato nel dettaglio la propria dichiarazione dei redditi online per assicurarsi che ogni informazione inserita sia corretta. Nel caso in cui si riscontrino errori da modificare o sia necessario integrare alcune spese bisogna aspettare la fine della prossima settimana. Ogni operazione di modifica o integrazione potrà, infatti, essere fatta solo dal primo maggio e si spera che sia effettivamente questa la data di partenze di tali procedure, considerando che si tratta di un giorno festivo e che per di più cade di venerdì, per cui il timore di molti è che l’inizio delle operazioni possa partire solo dal lunedì successivo 4 maggio.

E questo comporterebbe un’ulteriore difficoltà per tutti quei contribuenti che sin dai primi giorni di disponibilità del 730 precompilato hanno avuto qualche problemino, senza considerare che bisognerà capire se attuare le dovute modifiche o integrazioni sia semplice o ci sarà ancora qualche blocco o lentezza di funzionamento del sistema.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il