BusinessOnline - Il portale per i decision maker








INPS, Agenzia Entrate 730 2015 precompilato: compilazione e modifiche. Come fare, esempi concreti inserimento dati e detrazioni

Come scaricare, visualizzare e modificare modello 730 precompilato 2015: istruzioni, passaggi e procedure da seguire online




Accedendo al sito dell’Agenzia delle Entrate, o dell’Inps, è possibile scaricare il nuovo modello 730 precompilato direttamente online. Basta accedere alla sezione Fisconline, inserire password e pin, e visualizzare la propria dichiarazione dei redditi già precompilata con tutti i dati e le informazioni derivate dall’incrocio delle notizie sul contribuente in possesso di Agenzia delle Entrate, Inps e Anagrafe Tributaria. Una volta scaricato, basterà controllare ogni Quadro e che in ognuno di essi sia stato inserito ogni dato in maniera corretta e verificare eventuali mancanze che quindi dovranno essere integrate.

Tra le principali spese da integrare certamente ci saranno quelle spese, come sanitarie, veterinarie, spese per l’istruzione dei propri figli, spese funerarie, non inserite nella dichiarazione precompilata ma che danno diritto anche a detrazioni, e che devono essere inserite nel Quadro E. Se alcuni dati dovessero risultare errati o incompleti bisognerà, dunque, modificare o integrare il 730 ma solo , da venerdì prossimo primo maggio e lo si potrà fare o autonomamente online sempre dal sito delle Entrate o rivolgendosi a Caf, commercialisti o altri professionistici abilitati.

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che ‘quando la dichiarazione è modificata, viene elaborato e messo a disposizione un nuovo modello 730 con il risultato della nuova liquidazione delle imposte dovute o del rimborso spettante’. Per esempio, la stessa Agenzia delle Entrate ha spiegato che il contribuente deve controllare i dati che sono stati considerati per la dichiarazione precompilata, come le Certificazioni Uniche relative ai suoi redditi e ai familiari a carico, trasmesse dai suoi sostituti d’imposta, i dati sui fabbricati, ricavati dalla dichiarazione precedente e gli oneri comunicati all’Agenzia delle entrate da un’impresa assicuratrice, e poi visualizzare il risultato finale, cioè l’eventuale credito o il totale da versare.

E’ possibile anche che qualche dato, per esempio, sui redditi, non sia stato riportato o non completamente e in quel caso bisognerà andare a riprendere la propria Certificazione Unica per capirne il motivo e comportarsi di conseguenza. Per effettuare qualsiasi modifica basta solo seguire lo scorrere delle pagine del 730 precompilato così come scaricato online e proseguire con il controllo di ogni Quadro, con particolare riferimento all’E, per le detrazioni e deduzioni, avendo cura di conservare, o aver conservato, tutti i documenti, tra scontrini, fatture, ricevute, ecc, che attestino l’avvenuto pagamento delle spese riportate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il