BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, vecchiaia, uomini riforma Governo Renzi: novità Renzi contro il sistema non tace ed è pronto a modifiche incisive

Riforma pensioni, necessità di interventi, silenzio del premier Renzi e piani e nuovo attacco del presidente Boeri: le ultime notizie




Governo spaccato sull’Italicum, che approda domani, lunedì 27 aprile, ma anche sulla riforma pensioni. E le novità e le ultime notizie lo confermano: diverse le posizioni dei partiti politici sugli interventi flessibili proposti e dito puntato contro il continuo silenzio del premier Renzi sulla questione pensioni. Nonostante, però, Renzi continui a tacere in maniera diretta ed esplicita sulle pensioni, non significa che non abbia intenzioni chiare e, tra l’altro, ben evidenti.

A dimostrarlo la nomina di Tito Boeri presidente dell’Inps prima, e di Yoram Gutgeld, nuovo commissario per la spending review e già suo consigliere economico dopo. Personalità d’accordo su diversi interventi pensionistici, condivisi dal premier stesso, a partire da quelli negativi su pensioni di invalidità, guerra, cumulo, reversibilità, pensati per tagli e il recupero di nuovi risparmi. Senza dimenticare che era in una newsletter del mese aveva ammesso un ritardo degli interventi sulle pensioni soprattutto a causa dell’ostacolo Ue, tanto attenta ai conti pubblici.

Ed era stato Renzi stesso, l’anno scorso, a parlare di prelievo di solidarietà sulle pensioni cosiddette d’oro, meccanismo su cui però ha fatto marcia indietro qualche mese fa, una volta chiarito che non possono essere considerate pensioni d’oro quelle sui due mila euro. Ma lo stesso sistema è stato riproposto dal presidente Boeri sotto forma di ricalcolo contributivo, il che significherà comunque colpire le pensioni più alte, in parte calcolate con il vecchio metodo retributivo, in modo da garantire una maggiore equità pensionistica per tutti.

Si tratta di un meccanismo che sta suscitando polemiche tra le varie forze politiche, non tutte d’accordo, ma che secondo Boeri serve per rimettere in equilibrio il sistema pensionistico, visto che, rivolgendo un attacco ai politici, ha spiegato che “negli ultimi 20 anni sono stati poco trasparenti con gli italiani, non informando a dovere i cittadini sugli effetti delle riforme delle pensioni che si sono succedute negli ultimi anni”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il