BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità con proroga contributivo Boeri, Poletti per quota 100, prestito

Forme di maggiore flessibilità in uscita, assegno universale, ricalcolo contributivo e novità donna: le ultime notizie e aperture da ministro Poletti e presidente Inps




Attuare forma di maggiore flessibilità in uscita, l’assegno universale a giugno, il ricalcolo contributivo, la proroga del sistema contributivo donna nonché la chiusura dei casi sociali scaturiti dall’entrata in vigore dell’attuale riforma pensioni. Questi gli obiettivi pensionistici che il governo continua a perseguire, nonostante le novità e ultime notizie siano ancora parecchio contrastanti tra chi continua a frenare, come Mef e Ue, e chi invece continua ad avanzare nuove proposte e dd. Sarà necessario, infatti, trovare u  punto d’accordo tra i vari partiti politici tra le novità avanzate finora prima di procedere ad un’attuazione reale di cambiamenti.
 
Si discute di piani di uscita anticipata tra prestito pensionistico o mini pensione, uscita a quota 100, staffetta generazionale e part time, soprattutto di quota 100, appoggiata da tanti, da Sel a Lega a sindacati, e riproposta in chiavi anche differenti dall’iniziale avanzata da Cesare Damiano.

Secondo quanto proposto da Damiano, la quota 100, risultato della somma di età anagrafica e contributiva, prevede, infatti, la possibilità di scegliere andare in pensione a 60 anni di età e 40 di contributi, 61 anni di età e 39 di contributi, 62 anni di età e 38 di contributi e così via, ma l’onorevole Prataviera proprio in settimana ha presentato una nuova proposta di uscita a quota 100, proponendo la possibilità di andare in pensione con un minimo di 35 anni di contributi versati o di un'anzianità anagrafica di almeno 58 anni, per cui si potrebbe scegliere di andare in pensione a 58 anni di età e 42 di contributi, a 59 anni di età e 41 di contributi, o con 35 anni di contributi e 65 anni di età, o con 36 anni di contributi e 64 di età, 37 di contributi e 63 di età, e così via.

A queste novità si aggiungono le ultimissime dichiarazioni del ministro del Lavoro Poletti che ha detto di essere seriamente a lavoro con il presidente dell'Inps Boeri per risolvere la richiesta di proroga del sistema contributivo donna. Sono mesi che, infatti, si attendono conferme ufficiali dal governo, ancora non pervenute chiaramente, mentre parecchie donne continuano ad inviare la domanda all'Inps, pur lasciandola poi in stand by fino a quando non arriveranno novità ufficiali.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il