iPhone 7, iPhone 6S, iOS 9, iPad Air 3 nuovo, Apple TV al WWDC 2015 tra conferme e smentite

Sono tante le novità che girano intorno al mondo della mela morsicata. Molte saranno rese note alla Worldwide Developer Conference 2015.

iPhone 7, iPhone 6S, iOS 9, iPad Air 3 n


La conoscenza delle strategie di Apple passa alla Worldwide Developer Conference 2015, dall'8 al 12 giugno al Moscone West di San Francisco, il consueto appuntamento della società di Cupertino con i suoi sviluppatori. Non ci sarà spazio per l'iPhone 7 e né per la nuova generazione di iPad, ma di certo ci saranno novità sulla prossima versione del sistema operativo. Proprio dall'iOS 9 è atteso l'innalzamento del livello di innovazione da parte della società di Cupertino. In realtà, le indiscrezioni sono piuttosto contrastanti tra chi scommette sull'impatto rivoluzionario del software e chi invece crede che non si tratti altro che di un robusto aggiornamento di quanto finora proposto.

Tra le sorprese di questa seconda parte dell'anno ci potrebbe essere la nuova Apple TV. Calendario alla mano, è dal 2012 che si registrano grandi cambiamenti. Cosa aspettarsi? Quali potrebbero essere le mosse della multinazionale della mela morsicata? In rampa di lancio ci sarebbero la gestione anche con l'assistente vocale Siri, la creazione di uno store digitale dedicato, la creazione di un ecosistema integrato con l'ambiente domestico e la proposizione di una web TV da 25 canali al costo di 30-40 dollari al mese. In particolare, Apple avrebbe stretto intesse con Abc, Cbs, Fox e Hbo, Abc, Cbs e Fox. Il servizio sarebbe fruibile anche da iPhone, iPad e iPod touch di quinta generazionale.

Per quanto riguarda l'iPhone 6S (o iPhone 7) solo dopo l'estate saranno rese note le caratteristiche tecniche ufficiali. Dovrebbe comunque essere proposta la coppia da 4,7 e da 5,5 pollici, al pari degli attuali iPhone 6 e iPhone 6 Plus, ma c'è chi suggerisce l'adozione di display OLED, di qualità superiore a quelli LCD, ma sicuramente più costosi. Difficile invece l'introduzione dello schermo 3D senza occhiali. Dal punto di vista tecnico, sono sempre più insistenti le voci sull'implementazione della funzione Force Touch, presente sull'Apple Watch, in grado di riconoscere l'intensità della pressione delle dita sullo schermo.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il