Authority: approvata la riforma. Si semplifica l'organizzazione e nascono autorità di controllo

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera alla riforma del sistema delle Autorità indipendenti



Via libera del Consiglio dei Ministri al disegno di legge in materia di regolazione e vigilanza sui mercati e di ordinamenti delle Autorità indipendenti. In particolare, nasce l'Autorità dei trasporti con competenze di regolazione economica, in materia di tariffe, prezzi, standard qualitativi, condizioni di accesso alle infrastrutture, estese ai settori aereo, autostradale, ferroviario e marittimo. Restano fermi i poteri di indirizzo e di programmazione nel settore, le scelte in materia di investimento delle risorse pubbliche, le prerogative di stipula di convenzioni e contratti, e le funzioni di tutela della sicurezza dei Ministri dei trasporti e delle infrastrutture.

Il ddl prevede che le funzioni di regolazione dell'erogazione dei servizi idrici ai cittadini siano affidate all'Autorità per l'energia elettrica e il gas, ferme restando le scelte in materia di pubblicità delle risorse idriche e delle relative gestioni e le competenze di tutela ambientale del Ministero dell'ambiente

'Nel campo dei mercati finanziari - ha annunciato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Enrico Letta - arriva la semplificazione: scioglimento dell'Isvap (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo), l'Uic (Ufficio Italiano Cambi) e della Covip (Commissione Vigilanza Fondi Pensione). Il Consiglio ha inoltre eliminato il Cicr (Comitato interministeriale per il credito ed il risparmio), sostituendolo con il Csf, ovvero con il Comitato per la stabilità finanziaria. Infine l'istituzione di una Commissione bicamerale per la concorrenza e i rapporti con le Autorithy'.

Novità anche sui criteri di nomina delle Autorità: il numero dei componenti è fissato a cinque per ciascuna Autorità, così rendendo più efficiente il processo decisionale e abbandonando criteri di rappresentanza politica. La designazione sarà del Consiglio dei Ministri con il parere vincolante espresso a maggioranza dei due terzi di una Commissione parlamentare bicamerale per le politiche della concorrenza e la regolazione dei mercati e i rapporti con le Autorità indipendenti. La previsione non si applica alla Banca d'Italia, le cui regole sono state recentemente riformate. Il mandato è fissato in sette anni, non rinnovabile neanche in altre Autorità. La Commissione bicamerale ha anche il compito di curare il raccordo istituzionale tra il Parlamento e le Autorità con riguardo alle funzioni legislative e regolamentari di rilevanza strategica sull'assetto concorrenziale dei mercati e sulla tutela dei consumatori e degli utenti.

Soddisfazione all riforma delle Authority è stata espressa dal ministro dello Sviluppo economico, Pier Luigi Bersani che si dichiara 'convinto che la proposta di legge metta 'un forte e moderno presidio alla regolazione del mercato nei diversi settori e al contrasto degli assetti monopolistici'.

Per quanto riguarda, poi, la Commissione Bicamerale istituita dal disegno di legge, Bersani esprime un auspicio: 'Mi auguro che venga ben accolta dal Parlamento la proposta di una commissione bicamerale sui temi della concorrenza e della tutela dei consumatori e che vengano in particolare confermate le valutazioni positive di alcuni autorevoli membri dell'opposizione. Il nostro progetto di legge -rileva- si occupa di questioni di sistema, che devono essere valutate come tali in un dialogo aperto fra tutte le forze politiche e parlamentari, sottraendo temi di rilievo alle polemiche del momento'.

Il Governo ha inoltre approvato il disegno di legge Turco-Mussi sui Policlinici e i ticket. Il testo prevede maggiore integrazione tra Ssn e Università, proprietà degli immobili attualmente in uso ai Policlinici, ticket e rischio clinico. Con questo provvedimento - spiega una nota - si stabilisce la completa integrazione tra attività assistenziale, didattica e di ricerca attraverso la realizzazione delle aziende integrate ospedaliero-universitarie e quindi favorendo una più intensa e proficua collaborazione tra sistema universitario e sistema sanitario.

In particolare, il provvedimento prevede le modalità per il trasferimento di proprietà dei beni immobili appartenenti allo Stato già in uso alle Università per le finalità istituzionali delle Facoltà di medicina. Tali beni saranno trasferiti alle Università, salvo ove persistano ragioni di interesse culturale sui beni stessi. In tal caso i beni saranno concessi in uso gratuito e perpetuo e il concessionario, cioè l'Università, ne eserciterà i diritti del proprietario assumendosene gli oneri nei limiti imposti dalla natura demaniale del bene. Con queste disposizioni, che chiariscono la titolarità dei beni, si pongono le premesse per l'avvio dei lavori di ristrutturazione previsti, in particolare per il Policlinico Umberto I di Roma per il quale è già pronto un apposito progetto finanziato.

Per quanto riguarda il ticket, il ddl stabilisce la possibilità per le Regioni di adottare misure alternative di partecipazione alla spesa rispetto all'attuale quota fissa di 10 euro sulle ricette per le prestazioni di specialistica ambulatoriale (la quota resterà in vigore fino all'adozione di altre misure regionali). Tali misure dovranno comunque avere effetti equivalenti in termini finanziari e di controllo dell'appropriatezza.

Al fine di garantire la sicurezza delle cure, la prevenzione degli errori e degli eventi avversi connessi a procedure diagnostiche e terapeutiche e di limitare il rischio delle infezioni ospedaliere, il ddl autorizza la spesa di 200.000 euro per il 2007 e di 1 milione di euro a decorrere dal 2008 per promuovere l'adozione di misure specifiche di controllo e gestione del rischio clinico in tutte le strutture del Ssn.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il