BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5, 5.0.1, 5.0.2, 5.1 e problemi memoria Samsung Galaxy S5, S6, S4, Nexus 5,4, HTC. Soluzione dubbia con Android 5.1.1

L'aggiornamento di sistema operativo Android 5.1.1 Lollipop sarà di tipo correttivo. Problemi di gestione della RAM anche per il Samsung Galaxy S6.




Sono tante le piste da seguire quando si ha a che fare con la distribuzione dell'aggiornamento di sistema operativo Android 5.0 Lollipop e dei tanti update correttivi. D'altronde il numero dei dispositivi coinvolti con tempistiche e versioni differenti del software. Basti pensare alla sola nuova release Android 5.1.1 Lollipop, di cui non è ancora chiaro se correggerà il problema della memory leak relativo alla gestione della RAM che, a quanto pare, colpisce anche i nuovi top di gamma Samsung Galaxy S6 e Samsung Galaxy S6 Edge. I terminali coinvolti nel rollout saranno quelli della serie Nexus ovvero Nexus 6, Nexus 5, Nexus 10, Nexus 7 2013 Wi-Fi, Nexus 4, Nexus 7 2012 Wi-Fi, Nexus 9.

E ancora, Samsung Galaxy S5, Samsung Galaxy S5 Mini, Samsung Galaxy S4, Samsung Galaxy Alpha, Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note 3, HTC One M8, HTC One M7, HTC One Mini, LG G3 e LG G2. Nuovo aggiornamento in vista anche per i terminali a firma Sony Xperia Z, Xperia ZL, Xperia ZR, Xperia Tablet Z, Xperia Z Ultra, Xperia Z1, Xperia Z1S, Xperia Z1 Compact, Xperia Z2, Xperia Tablet Z2, Xperia Z3, Xperia Z3v, Xperia Z3 Compact, Xperia Tablet Z3 Compact. Di certo, dando un'occhiata al changelog, l'update correggerà anche i bug relativi al timeout della fotocamera su Nexus 5 e Nexus 6, ad alcune funzionalità di Chromecast e del comparto sicurezza.

Per verificare manualmente la disponibilità dell'upgrade di sistema operativo sul proprio terminale è sufficiente seguire il percorso Impostazioni > Info sul telefono > Aggiornamenti sistema. Per ora occorre far riferimento all'aggiornamento Android 5.1 che, oltre a sistemare alcuni problemi, introduce il supporto per la seconda SIM e migliora della sicurezza attraverso Device Protection, il servizio che impedisce di sbloccare un device senza la password dell'account Google collegato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il