BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: interventi peggiorativi e quota 100, mini pensione davanti a buco di 4 mld mancanti

Si continua a discutere di interventi negativi per recuperare risorse e intervenire sulla riforma pensioni ma i piani sarebbero a costo zero: le ultime notizie




Sempre più vivace la discussione sui possibili interventi da attuare sulla riforma pensioni, sempre più aperto il dibattito politico, nonostante si tratti di meccanismi flessibili a costo zero, tutti a fronte di penalizzazioni per il lavoratore, e le novità e ultime notizie confermano che a bloccare ogni intervento sulle pensioni è il problema della mancanza di soldi e del buco di 4 miliardi di euro da colmare.

Proprio questo motivo, tecnico del Tesoro e Ue continuano a dirsi contrati a interventi flessibili sulle pensioni, e tra i primi passi concreti che potrebbero essere messi in atto ci sono quegli interventi negativi, preannunciati già dal premier Renzi, e ribaditi dal presidente dell’Inps Boeri, come revisione e tagli di baby pensioni, pensioni di invalidità, reversibilità, guerra, cumulo, nonché quel meccanismo di ricalcolo contributivo, che colpirebbe esclusivamente coloro che percepiscono ricche pensioni mensili, e in parte risultato del vecchio metodo retributivo.

Si tratta certamente di interventi che poco piacciono, soprattutto quello del ricalcolo contributivo secondo moltissimi ingiusto e che non serve a ristabilire effettivamente quell’equità auspicata da Boeri stesso, ma che si stanno rendendo sempre più necessari per cambiare le pensioni. Una volta reperite, infatti, le risorse economiche necessarie, si potrà procedere con l’approvazione di uscite anticipate con quota 100, mini pensione, staffetta generazionale e part time, anche se al momento si tratta di piani che non richiederebbero ulteriori soldi ma solo anticipi da parte dello Stato per il prepensionamento di lavoratori che dovrebbero restituire comunque quanto percepito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il