BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Naspi e Dis Coll: nuove indennità disoccupazione 2015. Requisiti, importo, durata. Come funziona e chi può fare domanda

Da venerdì 1 maggio 2015 entra in vigore la Naspi, la nuova indennità di disoccupazione che sostituisce l'Aspi e la mini ASpi. C'è poi la Dis-Coll.




Al via i nuovi ammortizzatori sociali per i disoccupati introdotti con il Jobs Act. Dal primo maggio scatta la Naspi, rapportata alla retribuzione imponibile ai fini previdenziali degli ultimi 4 anni utili, comprensiva degli elementi continuativi e non continuativi e delle mensilità aggiuntive, divisa per il numero di settimane di contribuzione e moltiplicata per il coefficiente 4,33. L'indennità mensile, ridotta progressivamente del 3% dal quinto mese di fruizione, non può superare nel 2015 l'importo di 1.300 euro. La durata è pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni. La durata massima di fruizione della Naspi scende però a 18 mesi dal 2017.

Per poterne fruire occorre presentare domanda all'INPS per via telematica entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. Stando alle prime simulazione, la nuova forma di sostegno al reddito, che sostituisce l'Aspi e la mini ASpi, si rivela conveniente per chi ha lavorato più a lungo ma penalizzante sotto il profilo dei contributi figurativi coloro che hanno percepito retribuzioni più alte. Secondo i calcoli della Fondazione studi dei consulenti del lavoro una persona che perde il lavoro con retribuzione di 4.500 euro al mese avrà accreditati solo 600,60 euro con una penalizzazione complessiva di contribuzione per un anno di sussidio di 10.612 euro.

Come spiegato dal Ministero del Lavoro, l'indennità spetta anche a chi ha subito un licenziamento disciplinare. Si resta invece in attesa di chiarimenti sugli stagionali. L'indennità di disoccupazione Dis-Coll è destinata a chi è senza lavoro e che può far valere almeno 3 mesi di contribuzione fra il primo gennaio dell'anno solare prima della cessazione dal lavoro. L'importo è pari al 75% del reddito medio mensile purché sia pari o inferiore (nel 2015) a 1.195 euro.

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il