BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Goveno Renzi: novità negative dopo minoranza Pd battuta ancora da Renzi

Il premier Renzi non sembra intenzionato a mettere mano alla riforma pensioni e la sconfitta della minoranza interna non può che agevolarlo.




Non può che avere ripercussioni sulla riforma pensioni Renzi la sconfitta della minoranza del Partito Democratico, maggiore forza politica a sostegno del governo, nell'ambito del voto di fiducia posto per la votazione della nuova legge elettorale. Come dimostrato da novità e ultime notizie, sono stati proprio i deputati dell'opposizione interna a essere stati maggiormente attivi nel dibattito sulla revisione della legge Fornero. Resta ora da scoprire se ci sarà una rottura definitiva ovvero il loro allontanamento, volontario o meno, dal partito. In ogni caso, non è da escludere che il dibattito sulla riforma della previdenza italiana possa subire un rallentamento o comunque un maggior allineamento alle posizioni conservative del premier.

Nonostante le promesse della vigilia, l'atteggiamento di Renzi sulle pensioni è sempre stato molto prudente, spalleggiato dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Nonostante le storture sociali, mettere mano alla riforma Fornero rischia di essere economicamente troppo dispendioso,

Il gruppo del Partito Democratico conta 310 deputati. Sono mancati all'appello 41 voti, ma 3 sono assenti giustificati: Gianluca Benamati, Francantonio Genovese e Lapo Pistelli. Sono quindi 38 le assenze che contano: Roberta Agostini, Tea Albini, Pier Luigi Bersani, Rosy Bindi, Luisa Bossa, Vincenza Bruno Bossio, Angelo Capodicasa, Eleonora Cimbro, Pippo Civati, Gianni Cuperlo, Alfredo D'Attorre, Guglielmo Epifani, Marilena Fabbri, Gianni Farina, Stefano Fassina, Vincenzo Folino, Paolo Fontanelli, Filippo Fossati, Carlo Galli, Andrea Giorgis, Luisa Gnecchi, Monica Gregori, Francesco Laforgia, Enrico Letta, Danilo Leva, Patrizia Maestri, Gianna Malisani, Marco Meloni, Anna Margherita Miotto, Michele Mognato, Delia Murer, Giorgio Piccolo, Barbara Pollastrini, Roberto Speranza Nico Stumpo, Guglielmo Vaccaro, Giuseppe Zappulla, Davide Zoggia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il