BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Expo 2015: prezzi biglietti, offerte, sconti. Cosa fare, vedere, visitare padiglioni e ristoranti.Orari, percorsi bambini e adulti

Ha inaugurato Expo Milano 2015: come fare se ancora non si è acquistato il biglietto e cosa visitare. Una Family Map anche per gli eventi per i più piccoli




Dopo mesi, forse anni, di attesa, ha aperto i battenti Expo Milano 2015: sono attesi milioni di visitatori nel capoluogo lombardo, fino al prossimo 31 ottobre, pronti a visitare la fiera, situata nella zona nord-ovest della città, e scoprire origini, tradizioni, storia e cultura dei ben 145 Paesi partecipanti. Per chi dovesse ancora acquistare i biglietti, è bene sapere che possono essere comprati in ogni momento, direttamente online, sul sito www.expo.org, esclusivamente con carta di credito, presso i rivenditori autorizzati, o l’Expo Gate situato in Largo Cairoli a Milano. Consultando il sito Internet dell’Expo si potrà avere accesso a tutte le formule di biglietto previste e relativi costi e scegliere quello più adatto alla visita che si vuole effettuare.

Precisiamo che il biglietto serale costerà sempre 5 euro ed è valido per ingressi dalle 19 in poi. I bambini fino a 3 anni di età, invece, entrano gratuitamente e il biglietto deve essere ritirato presso l’Expo Gate di Piazza Cairoli, presso alcune rivendite autorizzate o presso la biglietteria dell’Expo in prossimità dell’evento; i bambini da 4 a 13 anni pagano cifra ridotta; gli over 65 possono godere di particolari riduzioni acquistando il biglietto direttamente in fiera e presentando documento personale; invalidi e disabili devono certificare la propria situazione per l’acquisto di un biglietto a costo ridotto e il biglietto per l’accompagnatore è gratuito; mentre gli studenti universitari possono acquistare il biglietto al costo fisso di 10 euro rivolgendosi alle segreterie dei loro Atenei.
 
Tantissimi i Padiglioni da visitare  una volta entrati al Sito Espositivo e tanti gli spazi da scoprire, dall’Expo Centre, ai Conference Centre, Lake Arena, Auditorium, allo spazio dedicato a Slow Food, che sorge sulla Collina Mediterranea che domina dall’alto il resto di Expo. Passeggiando per il Sito ci si imbatte in diverse aree tematiche, dal vino, al cioccolato, al formaggio; e c’è poi il Padiglione Zero, all’ingresso principale dell’esposizione, che introduce al resto della visita, con un percorso tematico sulla storia del cibo e della memoria gastronomica.

All’interno del Sito sono dislocati in ogni dove ristoranti e punti per mangiare, che soddisfano ogni esigenza, richiesta e curiosità. Ma precisiamo che è possibile mangiare in ogni padiglione, pronti a gustare i cibi non soltanto della nostra tradizione italiana, ma di tutti gli altri Paesi partecipanti, dal Canada alle Maldive, dal Senegal agli Emirati Arabi, da Santo Domingo all’Angola, passando per i Paesi Europei.

All’interno del Sito sono organizzate ogni giorno anche iniziative ed eventi per bambini e per informare le famiglie è stata definita una Family Map che permette a tutti i genitori di consultare gli eventi del giorno per potervi accedere insieme ai loro piccoli. Per ulteriori informazioni, anche in questo caso, è bene consultare il sito ufficiale expo.org.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il