BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi novità settimana numerose

Tantissime le novità degli ultimi giorni e le ultime notizie che prospettano eventuali interventi concreti, già a partire dal prossimo maggio: quali sono, novità e ultime notizie riforma pensioni




Una settimana breve ma intensa quella appena trascorsa per il governo Renzi, e non soltanto a causa della riforma elettorale e del caos scatenato dalla richiesta della fiducia, ma anche sulla riforma pensioni. Tantissime le novità degli ultimi giorni e le ultime notizie che prospettano eventuali interventi concreti, già a partire dal prossimo maggio. Dovrebbe, infatti, debuttare il calcolatore per simulare il futuro pensionistico di ogni contribuente e se così fosse davvero, sarebbe confermata l’intenzione del presidente dell’Inps Boeri, il che significherebbe un nuovo passo verso la concretizzazione dei suoi annunci, evidentemente sostenuti dalla politica, anche se ultimamente è stato oggetti di attacchi da alcune forze politiche.

In questi ultimi giorni si è nuovamente palesato lo scontro tra premier Renzi e la minoranza del Pd, sull’Italicum, ma sarà fondamentale capire quale potrà essere il suo ruolo sulle pensioni e se il premier Renzi continuerà ad andare avanti da solo, come già accaduto per altre riforme, o meno. Proprio Renzi, additato da tanti per il continuo silenzio esplicito sulla questione pensioni, ha iniziato, anche se direttamente, a parlare di interventi sulle pensioni, a partire da quelli negativi come tagli di pensioni di guerra, reversibilità, invalidità, cumulo, baby pensioni, che permetterebbero di recuperare nuovi risparmi, necessari per colmare il buco di 4 miliardi e per mettere in atto altre misure pensionistiche.

Si tratta di interventi negativi che dovrebbero portare ad una più equa redistribuzione delle risorse e precedere l’applicazione di quei piani di uscita anticipata e flessibile per tutti che, se dovessero migliorare le condizioni economiche, potrebbero essere contenute anche nella prossima Manovra Finanziaria.  In questi ultimi giorni poi sono arrivate anche novità per il part time nella riforma della P.A., per quanto riguarda la proroga del contributivo donna, cui hanno aperto il ministro del Lavoro Poletti e Confindustria, e per i versamenti contributivi da rendere più agevoli.

E’ stato l’ex ministro Sacconi a presentare un nuovo ddl che chiede di rendere più conveniente il versamento dei contributi volontari, il riscatto degli anni di laurea ai fini contributivi, nonché la totalizzazione. Nelle sue intenzioni anche un buono pensione per lavoratori e consumatori, in modo da sostenere sempre il versamento contributivo alle gestioni previdenziali. Intanto, sembra certo l’assegno universale, appoggiato anche dall’Ue e ribadito Carlotta De Franceschi, consigliere economico di Renzi. Nei giorni scorsi, infatti, la De Franceschi, spiegando che non sarà attuato alcun taglio alle pensioni, ha detto che si lavorerà sulle pensioni soprattutto con interventi a sostegno dei lavoratori anziani in difficoltà, compatibilmente con le disponibilità dei conti, in modo da non creare un nuovo caso sociale.

Intanto si guarda alle novità prepensionamenti per i dipendenti della P.A.,alle nuove proposte per esodati, quota 96 e ferrovieri, per cui sono state chieste una nuova salvaguardia per i primi e la possibilità di uscita dal lavoro con le vecchie norme pensionistica per secondi e terzi, e all’impegno chiesto dalla maggioranza al governo per un piano di contrasto alla povertà e una riforma previdenziale che consideri le esigenze generazionali. Probabilmente già dal mese prossimo, con il futuro della busta arancione, la ripresa della discussione della riforma della P.A., nonché del terzo e quarto intervento sulla legge delega del lavoro, si capirà cosa effettivamente si potrà fare, in attesa delle elezioni del 31 maggio che potrebbero portare, come trapelato nei giorni scorsi, anche novità pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il