Ottimo semestre di Class e Telecom Italia entra socia. Pronto il lancio di una radio satellitare?

Un semestre da leoni quello di Class: le azioni della casa editrice milanese hanno guadagnato circa il 43,84% del loro valore



Un semestre da leoni quello di Class: le azioni della casa editrice milanese hanno guadagnato circa il 43,84% del loro valore. Oggi i listini segnalano per l’editore di MF e Class (fra le altre cose) un guadagno in borsa superiore al 4,12% al quale spinge una novità non da poco, ossia l’ingresso di un socio importante, Telecom Italia, nella controllata Nsr. Il fine è la partnership in un progetto che dovrebbe partire nel 2008, ossia quello della radio satellitare per cui è previsto che il gruppo Class fornisca i contenuti, mentre a Telecom Italia, che verserà circa 2 milioni di euro per il 3,64% di Nsr, dovrebbe spettare la realizzazione degli impianti terrestri per la ripetizione del segnale.

Nel dettaglio può essere utile specificare che con il nuovo deal di Class mantiene un solido controllo di Nsr con una quota del 67,66 per cento. Questa controllata di cui è appunto socia adesso anche Telecom con una quota del 3,64% è a sua volta socia della filiale italiana di World Space Inc (col 35%).

La radio satellitare del gruppo Class che vanta degli antecedenti americani in esperienze come quelle di Xm e Sirius si servirà delle licenze di World Space Italia di cui Nsr è socia al 35% e trasmetterà nel nostro paese tramite il satellite AfriStar. Il gruppo Class controlla già una radio “tradizionale” (Radio Classica) e vanta una collaborazione nel settore della tv satellitare con gli americani della Cnbc (soci anche nel progetto radiofonico di Radio Classica). Il gruppo ha chiuso l’ultimo trimestre del 2006 con un fatturato di 23,6 milioni di euro e un ebit negativo per 200 mila euro (in realtà in miglioramento rispetto al corrispondente dato del terzo trimestre 2005). A pesare soprattutto l’aumento dei costi operativi. Va comunque chiarito che su base annua anche il reddito operativo rimane positivo e che quindi il dato è da considerarsi effetto di un andamento stagionale. La posizione finanziaria netta risulta alla stessa data negativa per 15,7 milioni di euro con un peggioramento di quasi 3,6 milioni di euro rispetto al dato del 2005; tuttavia la situazione patrimoniale della società sembra più che solida e gli investimenti che la società sta avviando per rimanere competitiva in un settore tanto in fermento sembrano una necessità. La borsa intanto plaude con gli acquisti alla nuova partnership con Telecom.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il